Attualità

Pulizia treni: Boni spa stabilizza 10 precari e avvia 18 contratti full-time

Buone notizie per i dipendenti che pure avevano manifestato contro l'azienda nel 2017. Guagnano Cgil: "Finalmente abbiamo ottenuto un risultato positivo in un periodo critico"

Foto di repertorio: manifestazione dipendenti sotto la prefettura di Lecce

LECCE - Tutti i lavoratori part-time, a tempo indeterminato, presteranno servizio per 38 ore settimanali: è questa la novità del gruppo Boni spa che il 1° ottobre firmerà, insieme ai 18 interessati, i nuovi contratti.

Sempre dall’inizio del prossimo mese, ai 10 lavoratori assunti con contratto part-time a tempo determinato dallo scorso 14 giugno 2017, sarà avanzata la proposta di assunzione a tempo indeterminato part-time a 20 ore settimanali distribuite su 5 giorni (conservando come data di assunzione quella del primo contratto a tempo determinato).

Una buona notizia, dunque, per i 28 lavoratori dello stabilimento leccese dell’azienda di Torino che si occupa del servizio di pulizia treni.

Una prospettiva completamente diversa rispetto al mese di novembre del 2017 quando i lavoratori, accompagnati dalle organizzazioni sindacali, protestarono davanti alla prefettura per rivendicare i loro diritti.

All’incontro di oggi hanno partecipato i dirigenti della Boni e i rappresentanti di Fit-Cisl, Filt-Cgil e Ugl insieme con le Rsa (rappresentanze sindacali aziendali) di impianto.

“Quest’accordo guarda al futuro e proietta l’intero personale verso orizzonti di maggior serenità- ha commentato il segretario generale della Filt-Cgil Lecce, Giuseppe Guagnano-. Non è un risultato di poco conto, specie in un periodo difficile per le aziende che lavorano nel settore degli appalti e in una fase di grave incertezza per quanto riguarda l’utilizzo degli ammortizzatori sociali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pulizia treni: Boni spa stabilizza 10 precari e avvia 18 contratti full-time

LeccePrima è in caricamento