"Questo non è amore": la polizia in prima fila contro la violenza di genere

Il commissariato di Gallipoli, in occasione della campagna di prevenzione, ha organizzato una giornata di sensibilizzazione ospitando gli studenti dei tre istituti superiori

In foto: i ragazzi coinvolti nella manifestazione insieme agli agenti

LECCE - La polizia di Stato è schierata in prima fila contro la violenza sulle donne. E interviene non solo sui singoli casi di aggressioni ma anche in chiave di prevenzione con alcune iniziative di sensibilizzazione rivolte ai cittadini.

Una di queste è la campagna anticrimine “Questo non è amore” utile a divulgare le strategie di intervento della polizia di Stato e avvicinarle ancora di più alle vittime della violenza di genere.

Nella provincia di Lecce, quest’anno l’iniziativa si è svolta nella mattinata di oggi, 13 febbraio, in piazza Carducci a Gallipoli.

In previsione della festa di San Valentino il commissariato della città bella ha organizzato una giornata di sensibilizzazione ospitando gli studenti dei tre istituti superiori presenti su Gallipoli.

Protagonisti della manifestazione sono stati i ragazzi del liceo “Quinto Ennio”, dell’istituto professionale “Giannelli” e dell’istituto Nautico ed Alberghiero “Vespucci”. Ospite d'eccezione della giornata è stata la signor Imma Rizzo, la mamma di Noemi Durini, uccisa, alla tenera età di 16 anni nelle campagne di Specchia.
 
Ulteriori testimonianze sono arrivate anche da altre componenti femminili che, da anni, si impegnano sul territorio per contrastare l’ amore malato, tra cui la presidentessa ed alcune socie di Fidapa di Gallipoli oltre alle componenti della Commissione Pari opportunità della Provincia di Lecce e del Comune di Gallipoli che ha contribuito alla realizzazione della manifestazione. 

La giornata di sensibilizzazione si è conclusa con la distribuzione, da parte del personale della polizia di Stato, delle brochure “Questo non è amore” e con il taglio di una torta realizzata ed offerta dagli studenti dell’istituto Alberghiero di Gallipoli che prende il nome dallo slogan  “Questo non è amore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento