Sabato, 19 Giugno 2021
Attualità

"Io Posso" e polizia: per il quinto anno rinnovato l'accordo

I gruppi sportivi Fiamme Oro e gli agenti con brevetto di salvamento daranno il loro contributo al progetto voluto per consentire la balneazione a persone affette da Sla e da altre gravi forme di disabilità

LECCE - Per il quinto anno è stata rinnovata la collaborazione tra il ministero dell'Interno, per tramite del Dipartimento della polizia di Stato, e l'associazione 2HE (Center for human health and Environment) Io Posso, fondata dall'assistente capo Gaetano Fuso scomparso dopo una lunga malattia nel novembre del 2020. 

La firma sull'accordo è stata apposta dal questore di Lecce, Andrea Valentino, e dalla presidente dell'associazione Giorgia Rollo (nella foto, sotto). L'obiettivo è quello di sostenere il progetto La terrazza "Tutti al mare", il primo accesso attrezzato alla balneazione per persone affette da Sla, patologie neuromotorie e altre gravi disabilità, realizzato su un tratto di spiaggia libera a San Foca, su lungomare Matteotti.

Anche nell'imminente stagione estiva e fino al 15 settembre la polizia offrirà dunque il proprio contributo grazie al personale dei gruppi sportivi delle Fiamme Oro e agli agenti in possesso del brevetto di salvamento. L'incontro odierno segue quello tenuto al Viminale a maggio tra la presidente Rollo e il nuovo capo della polizia di Stato, direttore generale della Pubblica Sicurezza, Lamberto Gianni. 

“Ci apprestiamo ad un'altra stagione estiva in collaborazione con 2HE – ha commentato il questore di Lecce Andrea Valentino -. Sarà una stagione particolare, visto che non c’è più Gaetano e questo ci rende assolutamente tristi, perché non lo vedremo più lì al suo solito posto, dove è voluto sempre stare, quando gli era possibile. Per noi è semplicemente un motivo in più per continuare in maniera sempre più forte la collaborazione iniziata nel 2017. Per noi Polizia di Stato e in particolare per noi di Lecce rappresenta un modo diverso di mettere in atto il nostro motto 'esserci sempre': è un modo diverso di operare ma assolutamente importante perché ci consente di collaborare a questa grande opera dell’associazione che è quello di ridare un sorriso a persone affette da gravi disabilità e ai familiari che per tutto l’anno hanno questo pesante compito di gestire difficilissime situazioni”.

“Siamo onorati e quest’anno anche più emozionati per questa collaborazione con la Polizia di Stato che ci inorgoglisce sempre – ha fatto eco Giorgia Rollo che guida 2HE Io Posso -. Il loro contributo per noi è prezioso non solo dal punto di vista professionale ma anche umano. La sensibilità dei poliziotti locali della questura di Lecce ma anche degli atleti delle Fiamme Oro è fondamentale per far trascorrere ai nostri ospiti delle giornate in sicurezza e serenità”.web-2


 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Io Posso" e polizia: per il quinto anno rinnovato l'accordo

LeccePrima è in caricamento