Attualità

Centro comunale di raccolta, ma anche per il riuso: finanziato il progetto

La Regione Puglia ha stanziato 450mila euro per sostenere la proposta del settore Ambiente del Comune. La sede individuata è Frigole per la sua posizione mediana nella fascia costiera

LECCE - Non solo un punto di conferimento dei rifiuti, ma anche un luogo per scambiare o cedere oggetti e beni ancora in condizione di essere utilizzati: avrà una duplice vocazione il centro comunale di raccolta che sorgerà a Frigole e che si andrà ad aggiungere ai quattro attuali, tre dei quali ubicati nel perimetro urbano di Lecce e un altro nella zona industriale. 

La Regione Puglia ha assegnato al Comune di Lecce un finanziamento di 450mila euro sulla base della progettazione preliminare del settore Ambiente: previsto impianto fotovoltaico con illuminazione a led, un sistema per trattare e riutilizzare per irrigazione e servizi igienici l'acqua piovana, una recinzione leggera con pannelli in legno certificato Fsc (riciclato o proveniente da un uso controllato) e di verde verticale, una procedura digitale per l'identificazione degli utenti e la gestione dei flussi.

“È un progetto in cui l’assessorato all’Ambiente ha creduto sin da subito con grande entusiasmo, investendo competenze, impegno ed energie – ha dichiarato l’assessora all’Ambiente, Angela Valli -. La vastità del territorio comunale imponeva il potenziamento delle infrastrutture dedicate alla raccolta dei rifiuti nell’area della fascia costiera, ad integrazione della rete di centri comunali già presente. Ringrazio l’Ufficio Ambiente, che ha progettato l’intervento, in particolare il dirigente Francesco Magnolo, il responsabile del procedimento Giuseppe Paladini, i funzionari Marco Cannone, Luciano Mangia e Cataldo Cannillo: questo obiettivo sarà il giusto raccolto di una lunga semina. Ringrazio anche l’assessora regionale Anna Grazia Maraschio per la sua determinazione nel perseguire una gestione sostenibile dei materiali, che passa attraverso un utilizzo accorto, efficiente e razionale delle risorse naturali”. 

Una volta realizzata, la struttura sarà a servizio soprattutto degli abitanti del litorale leccese: la scelta di Frigole è motivata anche dal fatto che la marina si trova grosso modo al centro della fascia costiera che fa riferimento al capoluogo. “Dopo aver esteso la raccolta porta a porta alle marine, con questo finanziamento potremo dotarle di due altri servizi fondamentali per la raccolta differenziata dei rifiuti e per il riuso, in ottica di economia circolare, di merci e prodotti ancora in condizioni di essere utilizzati – ha commentato il sindaco, Carlo Salvemini – per rendere la nostra città più sostenibile abbiamo bisogno di infrastrutture a servizio dei cittadini e sono lieto che la Regione Puglia abbia voluto sostenere il nostro Comune con questo importante investimento. Il nuovo centro comunale di raccolta e ilcentro per il riuso saranno fondamentali anche per contrastare l’abbandono dei rifiuti per le strade, che dobbiamo azzerare con un mix di attività repressive e di prevenzione e con l’investimento in servizi”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro comunale di raccolta, ma anche per il riuso: finanziato il progetto

LeccePrima è in caricamento