Sanremo Rock, il brit-pop dei Radiocarma approda sul palco dell’Ariston

La band composta da Piero Molendini, Giammarco Spedicato, Michele Dell’Anna e Fabrizio Petrelli con il brano Variabili umorali

LECCE- Unite il sound delle migliori band inglesi che negli anni Novanta fioccavano come funghi a ritmo di rock tipo gli Oasis, i Placebo, i Radiohead al cantore delle emozioni ma anche artefice di alcune tra le pagine più ermetiche della musica italiana come Lucio Battisti: il risultato è la sonorità della band tutta leccese Radiocarma, selezionata per partecipare alla 34esima edizione di Sanremo Rock, la vetrina dei pionieri delle industrie discografiche del Paese.

Il video del brano Variabili umorali

“La notizia è arrivata ieri sera previa telefonata della responsabile della segreteria di Sanremo Rock, racconta un emozionato Piero Molendini, chitarrista della band nata dall’incontro avvenuto a maggio del 2019 con Giammarco Spedicato, Michele Dell’Anna e Fabrizio Petrelli. “Ognuno con una propria esperienza artistica e di vita alle spalle ci siamo incontrati a una serata di cover band che animano le serate live della scena musicale salentina”. E tra i quattro è stato inevitabilmente “colpo di musica” al punto che Piero Molendini ha proposto agli amici di mollare le cover e dedicarsi a un progetto tutto proprio, dagli arrangiamenti alle parole dei testi. “Fabrizio Petrelli, il bassista, ha pubblicato anche un paio di libri, prima di dedicarsi alla stesura dei testi dei primi brani, Gianmarco Spedicato, cantante, meglio non poteva interpretarli e Michele Dell’Anna alla batteria e io ci abbiamo aggiunto il nostro. È molto più gratificante quando suoni la tua musica”.

IMG-20200515-WA0096-2

Si chiama “Variabili umorali” il singolo con cui calcheranno, per la prima volta, il palco di Sanremo Rock, ed già presente sulle piattaforme musicali, da YouTube a Spotify, per essere ascoltato. “Variabili umorali è nata su quello che è il percorso emotivo di una relazione, del vai e vieni, del lasciarsi e prendersi. Il gioire nei momenti felici, ingoiare i rospi scendendo a compromessi ‘perché solo l’amore ci salverà” spiega Piero, raccontando che il video è stato girato a New York e poi montato da loro stessi, come tutti quelli realizzati fino a oggi.

“A settembre sarà proclamato il vincitore, prima saranno mandate in onda delle puntate sulla Rai in differita”. Attualmente i Radiocarma hanno all’attivo una collaborazione con la stilosa che echeggia sonorità jazz, funk, world fino al dream pop, Carolina Bubbico: “Il brano che presenteremo tra poco con la nostra cara amica è sulla tragedia dell’attentato terroristico del 2015 al Bataclan di Parigi”.

Ma come hanno vissuto i quattro componenti della band il tempo del coronavirus? “Non è stato facile, siamo passati dal vederci per provare un paio di volte a settimana nello studio di registrazione Master Garage, a registrare ognuno da casa propria su schede audio durante la fase del mixaggio. L’uscita del primo album prevista per giugno è slittata a dopo l’estate e si chiamerà Radiocarma”. Piero Molendini sottolinea che come tutte le band pop-britanniche degli anni Novanta il debutto deve chiamarsi come il gruppo. E saranno 12 le “girandole di emozioni che tutti, almeno una volta nella vita ci si è trovati a provare” nei testi, curati e mai banali,  che spaziano dal tormentato tema della difficoltà dell’uomo nelle relazioni interpersonali, siano esse d’amore o d’amicizia, fino a toccare altri temi attuali che suscitano comunque una forte emotività.

IMG-20200515-WA0086-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non è quel tipo di rock di musica casinara, sorride Piero Molendini, sul canale YouTube, RadiocarmaTube ci sono dei mix veloci, per far ascoltare l’incipit del sound”. E se non ne avete abbastanza, vi invitiamo a sognare nei tramonti che regala Torre Uluzzo fotografati nel video del maggio 2019, “Spiagge a ferragosto”, il primo che i Radiocarma hanno prodotto e in cui troverete tutta la “salentinità” che i quattro ragazzi porteranno sul palco dell’Ariston per la prima volta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento