rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Attualità

Dose aggiuntiva contro il Covid: oltre 5mila in una settimana. E 275 casi positivi

Report periodico di Asl Lecce: meno di 2mila le prime dosi somministrate, per un avanzamento quasi impercettibile sulla copertura della popolazione. I pazienti ricoverati sono 27, dato in lieve calo rispetto al precedente

LECCE - Sono stati 275 le infezioni da Sars Cov 2 confermate in provincia di Lecce nell'ultima settimana, pari a poco più del 5 percento dei casi sottoposti a test. Un incremento rispetto ai sette giorni precedenti, senza subbio, avvalorato anche dall'aumento dei casi attuali che passano da 394 a 537 (0,7 ogni mille abitanti). 

Le positività non sono di per sé malattia, lo si è ripetuto molte volte, tanto più in questa fase in cui il livello di copertura vaccinale ha raggiunto buoni livelli. Il virus tuttavia circola, trova terreno fertile soprattutto nella fetta di popolazione salentina nemmeno parzialmente vaccinata e su di essa sviluppa le sue conseguenze più gravi: il tasso di ospedalizzazione (standardizzato, cioè calcolato su 100mila abitanti) dice che per ogni paziente con due dosi, ve ne sono quasi 11 completamente scoperti e circa 4 con una dose.

Il carico ospedaliero, complessivamente, mostra un lieve calo secondo i dati del report settimanale di Asl Lecce*: questa settimana risultanto 27 pazienti in cura (erano 29), di cui 3 in terapia intensiva (nello scorso report figurava un solo caso in area critica). Gli accessi in pronto soccorso con ricovero sono stati 14 (il triplo della settimana prima) e si è registrato un decesso nella fascia di età degli over 90 (cui se ne aggiunge un secondo, stessa collocazione anagrafica, ma non in ospedale).

Scarica il report 29 ottobre 2021

Una ulteriore riduzione si nota nello stock di prime dosi somministrate, che rappresentano la linea di avanzamento dell'intera campagna: sono state 1.996 (cui si aggiugono 3 monodose). La distribuzione segnala l'incremento di un punto percentuale nelle fasce di età 20-29 anni (che passa dal 78 al 79 percento); 30-39 anni (dal 74 al 75 percento); 40-49 anni (dal 76 al 77 percento), mentre sul totale della popolazione l'incremento è di appena due decimali, fino al 76,6 percento. 

Si tratta di quei segmenti di popolazione che, dal punto di vista ideologico, hanno dimostrato una diffidenza maggiore rispetto alla vaccinazione. In provincia di Lecce sono circa 133.500 le persone in eta vaccinabile che non hanno ricevuto nemmeno una dose, tra cui quasi 28mila cittadini tra i 40 e i 49 anni, poco più di 22mila per la classe 30-39, circa 17.330 per quella 20-29. 

Il numero di terze dosi somministrate è passato dalle 7mila che risultavano venerdì scorso alle 12.095 di oggi, pari all'1,5 percento della popolazione nota all'anagrafe sanitaria. 

Bollettino regionale del 29 ottobre

In Puglia sono risultati positivi 233 test, 36 quelli in provincia di Lecce. Con i dati del bollettino epidemiologico regionale l'incidenza su sette giorni è di 36 nuovi casi ogni 100mila abitanti in Puglia, di 30,5 nel Leccese. Non sono stati registrati decessi mentre sono 149 i pazienti ricoverati nei reparti Covid: 132 in area medica (Malattie Infettive, Pneumologia e altri) e 17 in terapia intensiva. Il numero di casi attuali nella regione è pari a 2843. 

*Il report di Asl Lecce è a cura di Fabrizio Quarta, direttore dell'Unità operativa complessa di Epidemiologia e Statistica, con la collaborazione di Angela Metallo e l'elaborazione dati di Carlo Indino. Del gruppo di lavoro fanno parte Valeria Gerardi, Ornella Guida e Donato Rollo.

**Se utilizzate lo smartphone il download è possibile accedendo a Lecceprima da motore di ricerca e non dall'app.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dose aggiuntiva contro il Covid: oltre 5mila in una settimana. E 275 casi positivi

LeccePrima è in caricamento