rotate-mobile
Attualità

Tasso di positività al 6,5 percento: aumenta l'incidenza, lieve calo del dato dei ricoveri

In una settimana 300 nuove diagnosi di infezione da Sars Cov2. I pazienti nei reparti Covid sono 27, due sono stati i decessi registrati. Poco meno di 18mila le dosi del richiamo del vaccino somministrate

LECCE - La circolazione del virus Sars-Cov2 in provincia di Lecce continua ad aumentare, sebbene a ritmi abbastanza contenuti: per il momento sono scongiurate ripercussioni sui reparti ospedalieri nei quali, anzi, si registra anche una lieve flessione del numero dei posti letto occupati da pazienti Covid. La copertura vaccinale è avanzata al ritmo di 1.852 prime dosi in una settimana, mentre di richiami ne sono stati fatti 17.666.

Il report periodico di Asl Lecce*, diffuso nelle scorse ore, non contiene dunque segnali di preoccupazione: 300 sono stati i test risultati positivi, pari al 6,5 percento di quelli esaminati per un aumento di due decimali rispetto al tasso della settimana precedente. Un terzo dei nuovi contagiati ha meno di 35 anni. L'incidenza, complessivamente, è passata da 35,4 a 38,3 nuovi casi ogni 100mila abitanti (calcolata su sette giorni). 

I casi attuali sono 671, con un incremento di 43 unità.Su base provinciale la media resta di 0,8 ogni mille abitanti, mentre i comuni che annoverano il maggior numero di casi sono Lecce con 88, Galatone con 34, Nardò con 41, Ruffano con 33, Ugento con 35. In rapporto alla popolazione residente i dati peggiori sono quelli di Giurdignano (2,6 per mille abitanti), Ruffano (3,4), San Donato (3,2), Specchia (3), Ugento (3,6),

Due i decessi registrati, di un uomo e una donna over 80. Otto sono stati gli accessi in pronto soccorso con successivo ricovero, 11 le dimissioni. Il tasso di ospedalizzazione - calcolato su 30 giorni - indica che per ogni ricoverato con doppia dose di vaccino, ce ne sono 5 senza alcuna copertura.

La somministrazione della terza dose è arrivata a quota 50.846, con un incremento di 17.666 dosi rispetto al dato di venerdì scorso. Per quanto riguarda le prime dosi, invece, l'avanzamento è stato di 1.852 vaccinazioni per un totale di 590.896 dall'inizio della campagna. Aggiungendo anche la quota di monodosi (21.333) il dato complessivo della copertura vaccinale è di 612.229 persone, pari all'83 percento della popolazione in età vaccinabile e al 77,4 percento di quella totale residente (secondo l'anagrafe sanitaria). 

Consulta il report Asl del 26 novembre 2021

*Il report di Asl Lecce è a cura di Fabrizio Quarta, direttore dell'Unità operativa complessa di Epidemiologia e Statistica, con la collaborazione di Angela Metallo e l'elaborazione dati di Carlo Indino. Del gruppo di lavoro fanno parte Valeria Gerardi, Ornella Guida e Donato Rollo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasso di positività al 6,5 percento: aumenta l'incidenza, lieve calo del dato dei ricoveri

LeccePrima è in caricamento