Rifiuti abbandonati all’ingresso del paese. Sindaco in strada “pizzica” i trasgressori

Il primo cittadino di Alezio, Andrea Barone, è sceso in strada per verificare la situazione in via Mariana Albina dove sono state abbandonate diverse buste di plastica vicino ad un raccoglitore per indumenti. “All’interno bollette e dati anagrafici, risaliremo a chi ha commesso l’infrazione"

il sindaco Barone sul luogo dell'abbandono dei rifiuti

ALEZIO - Le cattive abitudini sull’abbandono dei rifiuti in diverse realtà salentine sono difficili da estirpare, ma continuare a gettare impropriamente buste e materiale in ogni dove, nei luoghi non deputati ad accogliere l’immondizia, e soprattutto non rispettando modalità e calendario di conferimento della raccolta differenziata, costerà davvero caro. Soprattutto se chi decide deliberatamente di abbandonare i sacchetti pieni di rifiuti indifferenziati, oltre che incivile, e anche talmente maldestro da lasciarci dentro dati sensibili che consentiranno, nel volgere di breve tempo, di risalire alla sua identità.

Nella giornata di oggi, ad Alezio, a caccia degli sporcaccioni di turno è sceso in strada direttamente il primo cittadino Andrea Barone di Grande Alezio, che senza l’ausilio di foto trappole o altri marchingegni a presidio del territorio si è recato in prima persona all’ingresso del paese, in via Mariana Albina, per verificare una situazione segnalata da diversi cittadini. Proprio in quella zona, nei pressi di un raccoglitore stradale adibito alla raccolta degli indumenti usati, sono state depositate, in maniera a dir poco impropria, diverse buste di plastica contenenti rifiuti di vario genere e non certo indumenti (anche in quel caso sarebbero comunque dovuti essere correttamente depositati all’interno del cassonetto stradale). Il tutto anche in evidente violazione al regolamento di polizia urbana che vieta l’abbandono dei rifiuti e del rispetto delle norme del servizio di raccolta differenziata che oggi prevedeva il ritiro presso le proprie abitazioni e attività dei rifiuti organici.

Il sindaco Barone con l’ausilio della polizia locale, degli operatori della ditta Gial plast (il Comune di Alezio fa parte dell’Aro 6) e dell’assessore all’Ambiente, Eleonora Romano, ha verificato la situazione recandosi sul posto ed è riuscito anche a pizzicare qualcuno dei trasgressori. “Abbiamo trovato una bolletta dentro una busta della spazzatura lasciata davanti al cassone degli indumenti in via Mariana Albina” ha riferito il primo cittadino, “in questo modo risaliremo all'autore dell'infrazione. È solo una delle sanzioni che stiamo elevando in questo periodo. Ringrazio per l'impegno gli uffici pubblici, l'assessore Romano e tutti gli amministratori e la ditta preposta al servizio con i loro operatori ecologici e  tutti i cittadini responsabili. Dobbiamo contribuire tutti, senza sosta, alla salvaguardia del nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

  • A spasso in centro con eroina e cocaina: finisce in manette un 48enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento