Attualità

Rimozione dei rifiuti nelle strade periferiche: chiusa la prima fase, via alla seconda

A dicembre è stata avviata dall'assessorato all'Ambiente una pulizia straordinaria. Il lavoro prosegue anche se l'amministrazione non è più in carica: tutte le vie interessate dal programma

LECCE – La bonifica straordinaria delle periferie iniziata a dicembre su input dell’assessore all’Ambiente, Carlo Mignone, prosegue nonostante la caduta dell’amministrazione comunale dopo le dimissioni del 7 gennaio.

Sono infatti iniziate le attività per la seconda che interessa via dell’Agricoltura/Lecce Villa Convento; via Don Tonino Bello;  via Camassa, rampa retro Art Hotel;  via Ameri; via Scrimieri; Via Carlo Erba; via Calvani; via Natta; via Agnelli; via Monteroni fronte Università; strada Lecce Monteroni in direzione di Lecce, altezza retro comunità per minori; Via Calore; via Vallese (lato destro di competenza comunale) via Pietro Antonio Colazzo; Strada provinciale Lecce/Torre Chianca presso banchine di sosta; via Pietro della Francesca, rampa di accesso a via Puglia; via Lo Papa e via Flora.

“Continuare a vedere la realizzazione del proprio lavoro fatto con passione e amore per la città – ha commentato Mignone - è una soddisfazione che attenua l'amarezza per non poter continuare a contribuire ad un miglioramento culturale”

La terza fase della bonifica riguarderà via Cantù e traversa a destra, altezza depuratore Ciccio Prete, strada che conduce all’Orto Botanico; via Saloni Soccorso; via Ilaria Alpi; viale della Cavalleria; via Domenico Ricci; via Potenza (ai margini dei lotti comunali); via vecchia San Pietro in Lama, rampe di accesso all’ospedale e via Lequile a ridosso del ponte; banchine di sosta Tangenziale Est; via del Tasso e via di accesso al Parco di Rauccio; via Teresa Paladini; via Malocello Lancellotto (villaggio Dario); traversa sterrata di via Carolì altezza Villa Sofia; strada sterrata traversa di via Roggerone, prolungamento di via dell’Ulivo (altezza San Ligorio).

Il primo step, quello concluso, ha visto gli interventi di bonifica sulla Sp 45 Lecce – Surbo; via San Pietro in Lama; via Lecciso; via vecchia Carmiano;  via vecchia Frigole e strada Est; via Giammatteo; via Pasternak; via Livenza; via Varrone; via Flacco; via Camillo;  via Gozzano; via Giovenale e via Ovidio Publio Nasone; via Piccinno, Via Calio’ Pomponio e via Rocco Scotellaro; zona industriale.

Al commissario prefettizio che si insedia oggi a Palazzo Carafa, Ennio Mario Sodano, toccherà poi approvare la delibera, che sarebbe stata discussa nella prima seduta di giunta utile se non la situazione non fosse precipitata, con la quale viene rivisto il contratto con Monteco, l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti sul territorio comunale. L'aggiornamento del capitolato - che serve a dare copertura a quelle zone che erano rimaste scoperte dal capitolato di gara predisposto dall'amministrazione Perrone e a migliorare l'efficienza del servizio in base alle criticità emerse nella raccolta - avviene secondo quanto previsto per il cosiddetto quinto d'obbligo (la pubblica amministrazione può ottenere prestazioni aggiuntive fino a un quinto del valore totale dell'appalto).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimozione dei rifiuti nelle strade periferiche: chiusa la prima fase, via alla seconda

LeccePrima è in caricamento