“Carabinieri, grazie”, l’omaggio dei cittadini e la stima del sindaco Salvemini

È stato affisso questa mattina all’ingresso del condominio in cui si è consumato il duplice omicidio un manifesto per ringraziare l’Arma. Messaggio anche del primo cittadino

LECCE- “Carabinieri, grazie!”: si chiudono con l'omaggio dei cittadini e con le parole di ringraziamento del sindaco Carlo Salvemini le pagine probabilmente più agghiaccianti e orribili che il Salento abbia mai vissuto nei meandri della cronaca nera.

È stato affisso nella mattinata di oggi, sul cancello d'ingresso di via Montello, al civico 2, il manifesto che riporta la scritta a caratteri cubitali "Carabinieri, grazie" sotto la foto che ritrae tutto l’amore dei giovani Daniele De Santis ed Eleonora Manta, tra i fiori depositati alla loro memoria.

Un omaggio sotto agli occhi di tutti per esprimere la gratitudine ai carabinieri del comando provinciale di Lecce e del Ros (Raggruppamento operativo speciale) che, d’intesa con il procuratore Leonardo Leone De Castris, titolare delle indagini condotte con il sostituto Maria Consolata Moschettini e gli aggiunti Guglielmo Cataldi e Elsa Valeria Mignone, hanno risolto brillantemente il complesso duplice delitto, anche a livello sociale e umano, consegnando alla giustizia lo spietato assassino, Antonio De Marco, di soli 21 anni. 

Un omaggio all'intero corpo dell'Arma dei carabinieri che dimostra ancora una volta di essere punto di riferimento e fonte di speranza per i cittadini che quotidianamente ripongono fiducia nei carabinieri, impegnati 24 ore su 24 nella ricerca dei tasselli utili alla ricostruzione di una vicenda di raro spessore criminale e che ha segnato per sempre il cuore della comunità Salentina.

Gratitudine espressa, a nome dell'intera città, anche dalle parole commosse del sindaco di Lecce, Carlo Salvemini: “Alla procura della Repubblica, al comando provinciale dei carabinieri, a tutti i reparti impegnati nelle indagini va la gratitudine della città di Lecce per il risultato raggiunto, per la celerità con la quale il caso è stato risolto, per l’ammirevole riserbo mantenuto in questa settimana, nella quale nulla è trapelato del complicato e impegnativo lavoro di indagine che ha portato alla individuazione del confesso omicida. Una condotta esemplare che suscita ammirazione per l’altissimo livello di professionalità dimostrato" scrive in una nota il primo cittadino, ripercorrendo l'angosciante settimana in cui i media nazionali hanno tenuto i fari puntati sull'atroce duplice omicidio.

E prosegue facendo un plauso al comportamento rispettoso della vicenda ai propri cittadini: "Credo meriti una menzione anche la civiltà e il rispetto con il quale la cittadinanza ha partecipato a questa vicenda. Sottraendosi a quei fenomeni di voyeurismo o curiosità morbosa che hanno caratterizzato altri casi simili negli ultimi anni. Segno di una maturità e di una sensibilità che dimostra quanto Lecce abbia vissuto con autentica sofferenza, partecipazione e rispetto questa tragica vicenda, che segnerà la nostra comunità per gli anni a venire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento