Nel rione San Lazzaro l'adeguamento di tredici attraversamenti pedonali

In città ce ne sono più di 200 non conformi alle previsioni del Codice della strada. Sono iniziati i lavori per la messa a norma

Lavori in corso in via Sardegna.

LECCE – Per un importo totale di mezzo milione di euro, sono iniziati i lavori di adeguamento degli attraversamenti pedonali al Codice della strada, così come annunciato la scorsa settimana dall’assessore alla Mobilità, Marco De Matteis. Nel complesso sono stati individuati 212 punti in tutto il tessuto urbano e questa mattina è partito il primo cantiere in via Sardegna, all’incrocio con via Torre del Parco.

Gli interventi prevedono la messa a norma rispetto al codice che prevede la realizzazione dell’attraversamento, laddove ci sia un segnale di stop, ad almeno cinque metri dalla linea di arresto e non a ridosso, come è avvenuto per la realizzazione di strisce pedonali che, già anni addietro, associazioni di consumatori avevano correttamente definito non a regola.

Oltre all’incrocio sede dei lavori da oggi, saranno rifatti nel rione San Lazzaro altri dodici attraversamenti: sei in via Regina Elena, due in via Patitari, due in via Torre del Parco in via Coppola. I lavori prevedono anche l’adeguamento della rampe per disabili, il posizionamento di transenne per i pedoni, il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale e la realizzazione di un attraversamento rialzato in via San Pietro in Lama, oltre alle opere migliorative proposte in sede di gara dalla ditta che ha ottenuto l’appalto: l’illuminazione di due passaggi pedonali con sistema Sil, il posizionamento di 250 marker rifrangenti, l’illuminazione di cinque attraversamenti pedonali con tabella luminosa a led e interruttore solare per l'accensione al tramonto, i pittogrammi relativi a percorsi pedonali fruibili dai bambini nei pressi dieci scuole e la stesura di un tappetino di usura con asfalto fonoassorbente e drenante su dieci incroci.

Dal vice sindaco con delega ai Lavori Pubblici, Alessandro Delli Noci è giunta un’altra notizia, che riguarda i lavori di riqualificazione e di abbattimento delle barriere architettoniche dei campetti minori, a pochi passi dallo stadio: “Un progetto per noi di grande valore sociale per due ragioni precise: restituire un'area sportiva importante alla città, in un quartiere periferico che necessita di spazi per lo sport e la socializzazione; farlo rendendo l’impianto accessibile a tutti. Oggi il campetto di calcio per le persone non vedenti appare così. E noi ne siamo orgogliosi”.

campettominore-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Parte un colpo mentre pulisce l’arma: ferita la fidanzata, indagato 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento