menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nel Salento altri tre casi collegati a uno già noto: contatti in isolamento

Gli unici tre test positivi indicati nel report regionale sono quelli della provincia di Lecce e si riferiscono a una famiglia di Poggiardo. Il dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica lavora contro il tempo per circoscrivere il focolaio

LECCE - Altri tre casi positivi al Covid-19 in provincia di Lecce, tutti riconducibili a quello "indice" dell'operatore sanitario di Carpignano Salentino risultato infetto nei giorni scorsi.

Al momento, dunque, sono una decina i casi attinenti allo stesso focolaio. Il dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica della Asl Lecce ha condotto un'azione di tracciamento dei contatti molto serrata per circoscrivere la possibilità di diffondere il nuovo coronavirus: prima ancora di essere sottoposte a tampone, cosa che comunque avviene a stretto giro di posta, alle persone individuate come contatti diretti si impone in via cautelare l'isolamento presso un domicilio. 

Con i tre casi riportati nel bollettino epidemiologico di oggi (domenica), gli unici in tutta la Puglia, in provincia di Lecce il dato provvisorio sale a 543 tamponi positivi, pari a poco meno di 7 per diecimila abitanti. Il report odierno cita anche un decesso, di un paziente ultra ottantenne, avvenuto nel Barese: dall'inizio dell'epidemia sono morte 550 persone con diagnosi di Covid-19. I tamponi processati sono stati 1890.

I casi attualmente positivi nella regione sono adesso 78, di cui 15 ricoverati nei reparti di Malattie Infettive. Dei 4.589 casi registrati da fine febbraio a oggi, i ricoveri sono stati il 19,5 percento. L'età mediana resta di 56 anni.

Quanto al caso odierno, il Comune di Poggiardo ha spiegato in una nota sulla sua pagina ufficiale che si tratta di un nucleo familiare costituito dai coniugi e figlioletto. Fra l'altro, l'uomo uomo si è esposto per trasparenza verso i suoi concittadini. "Da giorni sono in isolamento e hanno ricostruito, con l'autorità sanitaria che effettua la sorveglianza e sta sentendo le persone interessate, i loro contatti. In mattinata - prosegue la nota del Comune - si è reso necessario il ricovero in ospedale del piccolo per accertamenti. Speriamo che tutto vada bene e quanto prima rientrino nella loro casa".

"Siamo vicini a loro e a tutti coloro che stanno vivendo questo difficile momento. Si raccomanda la massima attenzione all'osservanza delle norme di distanziamento e l'uso della mascherina, non va assolutamente abbassata la guardia", conclude la nota.

Leggi il bollettino regionale del 26 luglio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento