rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità Nardò

Salvataggio in mare a Santa Caterina, Comune premia militari della guardia costiera

Cerimonia ieri al castello alla presenza del sindaco Mellone e dei vertici della capitaneria di porto. Consegnate quattro targhe di riconoscimento ai militari che lo scorso 28 novembre, in condizioni del mare proibitive, hanno tratto in salvo una 36enne neretina

NARDO’ -  Poco meno di un mese addietro il loro intervento congiunto ha consentito, in condizioni alquanto proibitive, di trarre in salvo una donna che lo scorso 28 novembre si era gettata in mare, a Santa Caterina, con intenti suicidi.

Per quel gesto di coraggio e “generoso altruismo”, ben oltre le proprie ordinarie competenze, e con la profonda gratitudine per quel salvataggio, l’amministrazione comunale di Nardò ha consegnato ieri una targa a quattro militari della guardia costiera della capitaneria di porto di Gallipoli.

Il sindaco Pippi Mellone, con il consigliere delegato alla sicurezza Augusto Greco e con i consiglieri del gruppo “Difendere Nardò”, Pierpaolo Giuri e Lucio Margarito, che hanno promosso l’iniziativa, hanno ricevuto ieri al castello una delegazione della capitaneria di porto, guidata dal comandante, Pasquale Vitiello, e con il capitano Francesco Martina e il luogotenente Luigi Greco, consegnando il riconoscimento ai quattro militari artefici del salvataggio della donna neretina.

A ricevere il riconoscimento e l’encomio istituzionale sono stati il luogotenente Francesco Canta, il sergente Francesco Donnicola, e i sottocapo Francesco Ciardo e Antonio Mariano.

“A nome dell’amministrazione comunale e di tutta la città” ha detto il sindaco Pippi Mellone “ringrazio questi quattro eroi, che sono riusciti a trarre in salvo una donna in condizioni meteomarine davvero complicate. Al di là della targa e del ricordo materiale che abbiamo voluto dare loro, ci tengo a sottolineare l’estremo compiacimento per l’altruismo e il coraggio che hanno dimostrato. Uomini e donne della capitaneria di porto di Gallipoli che svolgono compiti ardui di disciplina e di vigilanza su tutte le attività marittime e portuali e in un certo senso sono i nostri angeli custodi. Anche grazie a loro, ci sentiamo più tranquilli e sicuri in ogni attività che riguarda il mare e anche quando si verificano purtroppo situazioni estremamente delicate come questa”.

IMG_7777-17 

L’operazione di salvataggio in questione è risultata molto complessa. Ed ha visto protagonisti uomini e mezzi della guardia costiera, intervenuti prontamente dopo la segnalazione di alcune persone, e capaci di mettere in salvo la donna, una neretina di 36 anni, nonostante le condizioni difficili del mare e di affidarla alle cure degli operatori del 118 giunti sulla darsena di Santa Caterina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvataggio in mare a Santa Caterina, Comune premia militari della guardia costiera

LeccePrima è in caricamento