rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Inciviltà e ignoranza

San Cataldo, “smontato” il sistema per ricostituire le dune: tronchi rubati

Il materiale recuperato dal mare, e adeguatamente segnalato, era stato utilizzato per un progetto di tutela del litorale presso la darsena

SAN CATALDO (Lecce) – Quasi tutti i tronchi e gli scarti di vegetazione posizionati a San Cataldo nell’ambito del progetto “Welcome” sono stati dolosamente rimossi, uno dopo l’altro.

Si tratta di un intervento di ingegneria naturalistica presentato all’inizio del 2021 nell’ambito di un programma Interreg tra Italia, Albania e Montenegro, con l’impiego di legno spiaggiato su circa 100 metri di litorale, nei pressi della darsena, allo scopo di ricostituire il sistema dunale che, oramai ridotto al minimo, separa il mare dai bacini retrostanti.

Le dune rappresentano un argine all’erosione costiera, ma l’inciviltà dei comportamenti umani, protrattasi per decenni, ha arrecato dai danni pesantissimi: ancora oggi, del resto, è abbastanza frequente assistere al passaggio di auto e moto da cross e, più in generale, al calpestio indiscriminato. Per evitarlo sono state posizione passerelle in legno, rialzate, e recintate alcune zone per impedire il passaggio, ma i segni degli atti vandalici e del transito dei veicoli sono evidenti in diversi punti del litorale nord della marina leccese (come nella foto, sotto).

IMG_20220517_093817-2

Nonostante la presenza di diversi cartelli che spiegano la ragione della presenza di quel materiale legnoso, persone prive di senso civico e, senza dubbio, profondamente stupide hanno portato via un tronco dopo l’altro. I volontari di The Green March che si prendono cura di quell'area di San Cataldo hanno constatato mese dopo mese la progressiva rimozione.

Quale fosse l’intento di tale accanimento è difficile dirlo, posto che quel tipo di legno non è più adatto alla combustione. È dunque possibile che sia stato prelevato e magari rivenduto per qualche uso decorativo. Quel che è certo è che non si può pensare di installare telecamere ovunque oppure di pattugliare oltre 20 chilometri di litorale in pieno inverno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Cataldo, “smontato” il sistema per ricostituire le dune: tronchi rubati

LeccePrima è in caricamento