Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Dal Senato al cantiere dell'ex Massa: visita di una delegazione del M5S

Margherita Corrado, della commissione Cultura e il leccese Iunio Valerio Romano hanno incontrato Soprintendenza e Comune di Lecce

Una foto scattata all'inizio del sopralluogo.

LECCE - Un sopralluogo importante è stato effettuato questa mattina presso il cantiere dell'ex Casarma Massa dalla senatrice Margherita Corrado, eletta nel Movimento 5 Stelle e componente della commissione Istruzione pubblica, Beni culturali di Palazzo Madama. Accompagnata dal senatore leccese Iunio Valerio Romano, anch'egli del gruppo pentastellato, ha visitato l'area destinata oramai da otto anni a ospitare un centro direzionale con parcheggio interrato. 

Alla presenza della soprintendente, Maria Piccarretta, del vice sindaco, Alessandro Delli Noci, della dirigente comunale Claudia Branca e dei rappresentanti della ditta De Nuzzo, Margherita Corrado ha voluto rendersi conto personalmente di quanto letto sulla documentazione che le era stata inviata, relativa ai vari passaggi dell'iter e alle cause che hanno determinato uno stallo quasi totale del cantiere, prima tra tutte la querelle sul destino dei resti del convento e delle chiesa di cui sono rimaste quasi solo le fondamenta.

Con molte difficoltà la precedente amministrazione, nel 2014, giunse a un accordo con la Soprintendenza, recependone in fase di progettazione le indicazioni relative alla valorizzazione dei resti della chiesa di Santa Maria del Tempio, ma negli anni successivi non ci sono stati sostanziali avanzamenti anche per una serie di esposti presentati alla magistratura da un comitato che ha considerato insoddisfacente dal punto di vista archeologico l'intesa tra le parti e lacunono dal punto di vista procedurale tutto il percorso.

Nei mesi scorsi la situazione pare essersi avviata verso una fase diversa e qualche giorno addietro sono stati consegnati alla soprintedenza di Lecce i rilievi fatti con il laser scanner: se non ci saranno obiezioni ulteriori, si procederà alla redazione del progetto esecutivo, alla rimozione delle fondamenta della caserma che fu edicata sulla pianta del convento. Al termine del sopralluogo, il vice sindaco si è detto fiducioso e ha voluto ringraziare tutti, a partire dalla soprintendenza, per la disponibilità dimostrata: la senatrice Corrado, che di professione è archeologa, si è raccomandata di procedere ad una valorizzazione della parte storica anche tramite l'allestimento di un racconto virtuale nel locali del centro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Senato al cantiere dell'ex Massa: visita di una delegazione del M5S

LeccePrima è in caricamento