menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si riparte con 626 positivi in Puglia. Dieci contagi in istituto comprensivo, altro caso staff del Lecce

Effettuati 4.060 tamponi nelle ultime 24 ore e il tasso di incisività si attesta all’11,3 per cento. Sono 87 i casi di positività in provincia di Lecce. Dieci casi legati all'Alighieri-Diaz nel capoluogo. Monitorate le zone di Taurisano, Matino e Ugento. Un caso grave a Panareo. Altri nove decessi

LECCE – Andamento per lo più stazionario quello relativo a questo avvio di settimana per quanto concerne i contagi da coronavirus con 626 casi positivi registrati (54 casi in meno rispetto a ieri) nel  rendiconto complessivo del bollettino epidemiologico regionale. Un forte decremento del numero di tamponi effettuati nelle ultime ore: sono stati oltre 2.400 in meno i test effettuati rispetto a quelli del 1 novembre. E ci sono 87 casi di positività attribuiti alla provincia di Lecce, quattordici in più rispetto ai 73 registrati nel report giornaliero di ieri. Una flessione quindi rispetto ai 680 casi complessivi registrati domenica, anche se oggi l’indice di incisività sale di un punto percentuale passando all’11,3 per cento in rapporto agli oltre 4 mila test effettuati.     

Nel dettaglio numerico il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento promozione della salute, Vito Montanaro, ha infatti comunicato che oggi sono stati processati 4.060 test molecolari per l'infezione da Covid-19 (2.473 in meno rispetto a quelli contemplati ieri) e sono 626 i tamponi risultati positivi in tutto il territorio regionale. Questi ultimi dati hanno fatto salire il numero degli attuali soggetti contagiati in Puglia sulla soglia delle 12.569 unità.

Dei nuovi 626 casi registrati, come detto, ottantasette sono riconducibili alla provincia di Lecce. Confermato un contagio nella scuola media di Montesano Salento avvenuto ancora prima della chiusura e la Asl ha disposto già l'isolamento fiduciario con sorveglianza sanitaria dei docenti e di tutti i ragazzi dell’istituto come reso noto dal sindaco Giuseppe Maglie. Salgano a quattro i contagi odierni ad Aradeo e a cinque i casi comunicati da Asl e prefettura all’amministrazione comunale di Matino. Cinque casi segnalati anche dal sindaco Claudio Sorrento a Guagnano: un cluster familiare partito da una giovane donna che è stata contagiata nei giorni scorsi. I soggetti interessati sono tutti già in isolamento fiduciario. Sei i nuovi casi segnalati anche a Spongano,    

Iss "Alighieri-Diaz" di Lecce, dieci contagi

Monitorate le zone oggetto di focolaio tra cui Taurisano, Soleto e Ugento dove molti contagiati si stanno già negativizzando, mentre gli altri che restano positivi sono asintomatici. Secondo fonti sanitarie nelle ultime ore, nel capoluogo, i responsabili del servizio di igiene e prevenzione della Asl stanno attenzionando anche la situazione di alcuni contagi che potrebbero aver interessato alunni e personale scolastico dell'istituto comprensivo Alighieri-Diaz nel periodo a ridosso della sospensione delle lezioni in presenza. In serata è giunta la conferma di una decisa di casi registrati.

Sono invece 206 i casi registrati nella provincia di Bari, 47 nella provincia di Brindisi, 71 nella Bat, 169 nella provincia di Foggia e 41 nella provincia di Taranto. Si registrano purtroppo ancora altri nove decessi: tre in provincia di Bari, quattro in provincia di Foggia e due in provincia di Brindisi.

Qui il bollettino epidemiologico del 2 novembre

Il numero delle persone guarite sul territorio regionale è di 6.619 secondo i dati riportati oggi dal bollettino, 80 in più rispetto al dato di ieri. I casi attualmente attivi risalgono e sono ad oggi in tutta la Puglia 12.569. In isolamento domiciliare ci sono 11.775 persone. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 567.098 test per accertare la positività o meno dei possibili contagiati. I pazienti ricoverati nei reparti dedicati sono ad oggi 793, ventinove in più rispetto al dato di ieri. Di questi i ricoverati in terapia intensiva sono ora 88.   

Il totale dei casi positivi in Puglia confermati dall’inizio della fase emergenziale, e aggiornato con il dato degli ultimi due giorni, si attesa su 19.928, complessivi così suddivisi: 8.044 nella provincia di Bari; 2.187 nella provincia della Bat; 1.347 nella provincia di Brindisi; 4.810 nella provincia di Foggia; 1.447 nella provincia di Lecce; 1.949 nella provincia di Taranto. Sono 144 i casi attribuiti a residenti fuori regione. Il totale dei decessi sale a 740.     

Lecce calcio, nuovo contagio nello staff

A poche ore dalla gara del Lecce contro il Pescara la società giallorossa ha comunicato che i test molecolari effettuati in mattinata nel ritiro di Acaya hanno dato esito negativo per tutto il gruppo squadra a disposizione di mister Eugenio Corini, tranne che per un componente dello staff, che è stato immediatamente posto in isolamento.

Situazione comunque sotto controllo e procedure attivate come da protocollo. I secondi tamponi dei cinque soggetti risultati positivi al test effettuato sabato pomeriggio (tre calciatori e due compinentri dello staff) sono attualmente oggetto di ulteriori approfondimenti per i quali si attendono gli esiti. Nel frattempo anche questi ultimi sono in isolamento e quindi separati dal gruppo della squadra.

Caso grave a Panareo, domani tamponi nel campo

Si è riunito nel pomeriggio in prefettura anche il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Come riferito anche dal sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, sono state esaminate alcune situazioni di rischio epidemiologico in provincia, quale quelle di Taurisano e nella città capoluogo, nel campo sosta Panareo. Sono quindi state disposte iniziative preventive e prudenziali di tutela della salute pubblica.

Nello specifico, a Lecce, partendo da due casi positivi accertati, di cui uno grave, si è deciso di predisporre domani uno screening con tampone a tutti i residenti del campo, all'esito del quale verranno presi i provvedimenti necessari per la messa in sicurezza di chi vive in quella zona.

Il comitato si è aggiornato a domani pomeriggio anche per verificare l’eventuale firma del nuovo Dpcm illustrato oggi dal presidente Giuseppe Conte in Parlamento. Non ci sono al momento ulteriori novità, oltre naturalmente quelle legate alla pubblicazione del bollettino epidemiologico regionale che conferma una crescita dei positivi in Puglia, oggi considerata area a rischio 3 rispetto agli indicatori fissati dall'Istituto superire di sanità, soprattutto con riferimento al valore Rt (ossia il numero di infezioni prodotte da un positivo), oggi pari a 1.47.

“Con riferimento agli assembramenti registrati ieri in città” dice ha riferito il sindaco Salvemini, “che ho personalmente considerati pericolosi richiamando tutti al responsabilità e prudenza, non sono previsti al momento iniziative particolari”. Non è consentito tra l’altro ai sindaci chiudere strade o piazze prima delle 21 senza una motivata valutazione di rischio sanitario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento