Sistema moda pronto a ripartire nel Salento: firmato il protocollo sulla sicurezza

Uiltec Lecce indicano le aziende salentine come idonee alla ripartenza della “Fase 2”. Intanto, siglato protocollo tra Confindustria moda e Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil

Foto di repertorio.

LECCE – Sistema moda pronto a ripartire nel Salento, firmato il protocollo sulla sicurezza che prevede ingressi scaglionati per i dipendenti, sanificazioni periodiche e adozione di dispositivi di protezione individuale. Oltre a una serie di altre, numerose disposizioni. “Diverse aziende del Tac salentino sono già nelle condizioni di ripartire, perché dotate dei dispositivi di sicurezza necessari e di ampi locali, già sanificati, che garantiscono la sicurezza e il distanziamento dei lavoratori, tutte misure che dovranno essere rispettate nel tempo in maniera rigorosissima, attraverso il controllo di istituzioni, parti datoriali e sindacali”.

Il segretario generale della Uil di Lecce, Salvatore Giannetto e la segretaria generale della Uiltec di Lecce, Fabiana Signore, riassumono così lo spirito del Protocollo condiviso del Settore moda siglato tra Confindustria moda e le organizzazioni sindacali nazionali di categoria Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil. Un accordo importante, dicono entrambi, “perché definisce, con regole molto rigide, le modalità per la ripresa dell’attività nelle imprese dei settori Tessile, moda e accessorio, con l’obiettivo di coniugare il valore primario della salute e della sicurezza del lavoro, attraverso adeguati livelli di protezione, con la tutela economica dell’assetto produttivo italiano”, proseguono i sindacalisti.

“Le premesse ci sono, ora dobbiamo prepararci alla ripartenza facendo squadra – rimarcano i segretari Uil e Uiltec – e mettendo in campo soluzioni per consentire a tutti di lavorare e operare in sicurezza. Come sindacato lo abbiamo ribadito anche nel corso della videoconferenza di giovedì scorso (16 aprile) con il prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta: tutti i soggetti istituzionali, datoriali e sindacali devono assumere il ruolo di sentinelle ed allo stesso tempo mantenere il livello di coesione e compattezza al fine di verificare che i meccanismi di protezione e sicurezza vengano rispettati dalle aziende, così come stabilito dal protocollo d’intesa tra Governo e sindacati. Noi faremo la nostra parte – concludono – continuando a tutelare i diritti e la sicurezza dei lavoratori, la salute prima di tutto”, concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento