menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

“Assembramenti per lotto e gratta&vinci”. Salvemini chiede di sospendere la vendita

Il sindaco di Lecce ha condiviso col presidente Anci, Antonio Decaro, la richiesta da avanzare al Governo. “Il gioco crea spostamenti non necessari in città”

LECCE – Sospendere subito i giochi del lotto, Superenalotto e la vendita di biglietti gratta&vinci: il sindaco di Lecce ha lanciato questa sorta di campagna spontanea, condivisa da più amministratori italiani preoccupati per i cittadini che non rispettano il decreto per contenere l’epidemia in corso e che continuano a muoversi in città, senza validi motivi.

 In particolare, Carlo Salvemini ha condiviso nel corso della mattinata con il presidente dell’Anci e primo cittadino barese, Antonio Decaro, l’esigenza (e l'urgenza) di questa iniziativa. La richiesta è dunque quella, da avanzare al Governo, di sospendere le attività di gioco d’azzardo e le lotterie nazionali. Proposta analoga anche per la vendita dei biglietti “gratta&vinci”, ancora attiva nelle tabaccherie d’Italia.

“Ho ricevuto numerose richieste di intervento da parte degli esercenti stessi, preoccupati dagli assembramenti che continuano a crearsi fuori dagli esercizi per il gioco alle lotterie nazionali e al gratta e vinci.  Anche a causa della diffusione dell'abitudine al gioco si determinano spostamenti all'interno delle città assolutamente non necessari, che rischiano di vanificare tutti gli sforzi di contenimento della diffusione del contagio. Mi auguro che questo provvedimento possa essere tra quelli che verranno presi in esame dal Governo nella determinazione delle annunciate misure più restrittive”, ha concluso Salvemini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento