rotate-mobile
Attualità

Vincitori del concorso per pulitori, nuovo sit-in Cobas. Prefettura promette incontro con Asl

Manifestazione davanti a Regione e poi in via XXV Luglio. La richiesta avanzata dal sindacato al prefetto leccese è quella di procedere con lo scorrimento dalla graduatoria degli aventi diritto

LECCE  - Ennesima protesta dei 159 pulitori vincitori del concorso Sanità Service. Un sit-in si è svolto in mattinata, davanti alla sede leccese della Regione e poi in prefettura, assieme ai delegati del sindacato Cobas. La richiesta avanzata al prefetto, Maria Rosa Trio, è quella di procedere con lo scorrimento dalla graduatoria degli aventi diritto, invece di avviare stabilizzazioni “esterne”. Dalla prefettura, al termine dell’incontro, sono giunte le rassicurazioni circa un tavolo assieme ai vertici dell’Azienda sanitaria locale leccese.

La manifestazione di oggi fa seguito a quella che si è svolta a Bari lo scorso 2 marzo. Cobas si è detta soddisfatta per le comunicazioni giunte via pec da Sanità Service ai primi 49 dei 159 vincitori del concorso per pulitori, peraltro quasi tutti in possesso di una laurea. Il concorso e? stato bandito nel 2019 e le relative prove si sono svolte nel mese di ottobre 2021 che ha visto vincitori i candidati che hanno sostenuto e superato le prove. “La richiesta ad Asl di Lecce e Sanita? Service e? quella di mettere nero su bianco che per la categoria A con profilo di pulitori si effettueranno le assunzioni a tempo indeterminato solo ed esclusivamente attingendo dalla graduatoria del concorso dei 159 pulitori”, scrive Giuseppe Mancarella , segretario provinciale Cobas.

Il video: la protesta di questa mattina

“I vincitori ed idonei non si accontentano della promessa verbale ma vogliono atti scritti e continueranno a protestare a Lecce e Bari per il riconoscimento delle legittime aspettative lavorative ll sindacato Cobas, come gia? fatto per il concorso di oss del Riuniti di Foggia sara? al fianco dei vincitori e degli idonei del concorso di Sanita? Service Lecce, per dar loro voce e fare in modo che la meritocrazia possa vincere”, conclude il sindacalista.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincitori del concorso per pulitori, nuovo sit-in Cobas. Prefettura promette incontro con Asl

LeccePrima è in caricamento