menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sono 1.023 i nuovi positivi. Covid-19, altro caso in una scuola di Trepuzzi

Ancora una flessione dell’indice di positività tra test effettuati e casi positivi registrati che passa al 9,9 per cento. Risale il numero dei ricoverati. Dopo Cannole e Giudignano, sanificata scuola a Trepuzzi. Focolai ad Adelfia e Lucera

LECCE - La Puglia resta tra le dieci regioni italiane con Rt superiore ad 1, per la precisione pari all'1,08. Il dato è emerso in queste ore nella bozza del monitoraggio settimanale del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di sanità con i dati aggiornati sino al 20 gennaio e relativi alla settimana tra l'11 e il 17 gennaio scorsi. E nella nuova ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, e in vigore da domenica 24 gennaio, si conferma per ora la collocazione nella zona aracione.      

Il tutto mentre sono aumentate oltre la soglia di 70 mila le somministrazioni del vaccino Pfizer sul territorio regionale, quasi tremila dosi in più rispetto a ieri. Attualmente, la Puglia ha utilizzato il 74,6 per cento dei suoi vaccini a disposizione, per complessive 93.325 dosi. Lunedì prossimo Pfizer dovrebbe consegnare altre 27mila dosi non essendo stati comunicati ad horas ulteriori ritardi sulla tabella di marcia.

Il bollettino epidemiologico odierno intanto fa registrare un nuovo abbassamento dell’indice di positività tra test effettuati e casi positivi registrati: sono stati rilevati infatti 1.023 casi positivi su 10.333 test per l'infezione da covid-19, con un tasso pari al 9,9 per cento, poco al di sotto del’10,29 per cento di ieri e con poco più di 440 tamponi processati in più. Si registrano altri 11 nuovi decessi, nessuno in provincia di Lecce riportato nel report (anche se nelle ultime ore si ha contezza di due decessi per Covid, un uomo a Morciano di Leuca e un'anziana nel Casaranese). Le altre persone decedute a causa delle complicanze indotte dal virus sono sette in provincia di Bari, tre in provincia di Taranto e una in provincia di Foggia.

Sul rendiconto de nuovi positivi influiscono i recenti casi di focolaio registrati nel barese e nella struttura ospedaliera di Lucera, così come nel Leccese pesano i contagi tra degenti e personale medico e sanitario del reparto di medicina e lungodegenza dell’ospedale di Gallipoli. Ieri il reparto, con l’innalzamento dei casi di contagio rilevati, oltre una ventina, è stato temporaneamente chiuso per le consuete operazioni di sanificazione e continua intanto il tracciamento sui contatti stretti e il personale ospedaliero.

Dei casi positivi di oggi 334 sono quelli in provincia di Bari, 283 in provincia di Taranto, 163 in provincia di Foggia, 105 in provincia di Lecce (il report di ieri ne rendicontava 109), 74 nella provincia della Bat, 63 in provincia di Brindisi, e un residente fuori regione. Nel Foggiano sono 26 le persone risultate positive fino ad oggi nell'ospedale “Lastaria” di Lucera. Nello specifico, come comunicato dalla Asl territoriale, si tratta di 11 operatori sanitari, di cui 2 medici e 9 tra infermieri, Oss e ausiliari, che sono pauci-sintomatici o asintomatici, e di 15 pazienti.

Mentre nel Barese, ad una settimana dalla somministrazione della prima dose del vaccino, in una struttura per anziani che mai dall'inizio della pandemia aveva registrato casi positivi, è scoppiato un focolaio con 28 contagi. Lo ha confermato il direttore sanitario della Rssa “Casa Caterina” di Adelfia, anche lui risultato positivo al covid, precisando che "il vaccino non ha niente a che vedere con i contagi". I positivi, sono 15 operatori e 13 anziani ospiti, che sono al momento tutti asintomatici.

In provincia di Lecce invece dopo il caso delle scuole dell’infanzia di Cannole e della secondaria di primo grado a Giurdignano, un nuovo caso ha interessato nelle ultime ore l’ambito scolastico stavolta in quel di Trepuzzi. Un caso di positività di un alunno ha riguardato il plesso scolastico “Carrisi”, ma il ragazzo non frequentava la scuola già da mercoledì scorso. “La situazione è sotto controllo” comunicano dal Comune di Trepuzzi, “ed è stata avviata dall'Asl la procedura di tracciamento dei contatti. Nella giornata di oggi verrà effettuata la sanificazione degli ambienti, come previsto dal protocollo, e non sarà necessaria la chiusura della scuola. Il caso di positività relativo al plesso della scuola Carrisi non è in alcun modo connesso ai due casi comunicati nei giorni scorsi e relativi al Polo 1”.

Gli ultimi dati del report regionale assestano il numero degli attuali soggetti contagiati in Puglia a 54.615 ovvero 68 in più rispetto a ieri. Il numero dei guariti sul territorio regionale raggiunge quota 57.555, altri 944 in più rispetto al dato riportato ieri. In isolamento domiciliare ci sono 53.075 persone, il 97,2 per cento dei contagiati.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 1.240.449 test per accertare la positività o meno al coronavirus. I pazienti ricoverati nei reparti dedicati sono ad oggi 1.540 (il 2,5 per cento), sessanta in più rispetto a ieri. Di questi 159 sono in terapia intensiva (6 in più rispetto a ieri) con 14 nuovi ingressi odierni. Il totale dei decessi sale a 2.975. Dall’inizio della pandemia ad oggi il totale dei casi positivi di covid in Puglia è stato di 115.156

Qui il bollettino epidemiologico del 23 Gennaio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento