menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Controlli Spiagge Sicure (foto d'archivio)

Controlli Spiagge Sicure (foto d'archivio)

“Spiagge Sicure”, partono i controlli della polizia locale. Firmato protocollo d’intesa

Formalizzata stamattina in prefettura l’attività finanziata dal Viminale nei comuni di Castrignano del Capo, Salve, Santa Cesarea e Vernole. Controlli estesi anche a Patù e Ugento

CASTRIGNANO DEL CAPO – Dopo il via libera nel mese scorso del finanziamento complessivo del ministero dell’Interno per 150 comuni costieri italiani (per un totale di 4,8 milioni di euro) per l’iniziativa di “Spiagge Sicure 2020”, questa mattina in prefettura è stato siglato il protocollo d’intesa con le quattro amministrazioni salentine selezionate e interessate dal progetto per questa stagione estiva.

Alla presenza del prefetto Maria Teresa Cucinotta l’accordo è stato sottoscritto da sindaci e amministratori dei Comuni di Castrignano del Capo, Salve, Santa Cesarea e Vernole, destinatari di contributi per 128 mila euro del Fondo per la sicurezza urbana (32 mila euro la quota pro capite) e che servirà per dare attuazione ai progetti finanziati dal fondo per la sicurezza urbana per il potenziamento della attività di prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione. Saranno gli agenti della polizia locale ad effettuare i controlli mirati sulle spiagge e nei territori costieri che avranno anche il compito di assicurare il rispetto delle misure di distanziamento sociale e delle ulteriori prescrizioni per prevenire il contagio da Covid-19.

Come avvenuto già nelle passate stagioni estive le attività della polizia locale sarà oggetto di periodiche verifiche attraverso report con cadenza quindicinale e l’inserimento nella banca dati del dipartimento di Pubblica sicurezza del Viminale degli esiti delle operazioni effettuate. I fondi messi a disposizione dei comuni potranno quindi essere impiegati per gestire e potenziare i controlli sul rispetto delle misure di distanziamento sociale e delle ulteriori prescrizioni delle linee guida per prevenire o ridurre il rischio di contagio da Covid-19, per sostenere le spese per l’acquisto di mezzi ed attrezzature e per la promozione di campagne informative per accrescere fra i consumatori la consapevolezza dei danni derivanti dall’acquisto di prodotti contraffatti. E ancora per assumere a tempo determinato personale di polizia locale e per prestazioni di lavoro straordinario dello stesso personale.

Nell’incontro odierno, al fine di ampliare le zone costiere oggetto di controllo e monitoraggio, i comuni di Castrignano del Capo e Salve, in accordo con le amministrazioni locali e attraverso specifiche convezioni, hanno promosso tale attività anche nelle località costiere limitrofe dei comuni di Patù e Ugento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento