Sabato, 20 Luglio 2024
Iniziative sino alle 20

Sport, verde e arte: nuova veste per il parco “Bruno Petrachi” nel rione San Sabino

Inaugurato oggi il nuovo spazio ludico e aggregativo riqualificato grazie all’intervento di Agos e a cura di Brand for the city che ha adottato l'area verde sulla base di quanto previsto da un progetto green del Comune di Lecce

LECCE - Uno spazio ludico e verde, finalmente rigenerato e attraente, ed ora aperto alla fruizione di grandi e soprattutto dei più piccoli. E’ stato inaugurato oggi, con una serie di iniziative che andranno avanti sino alle 20, il nuovo parco “Bruno Petrachi”, nel rione San Sabino, completamente riqualificato grazie all’intervento di Agos e a cura di Brand for the city che ha adottato l'area verde sulla base di quanto previsto nel progetto “Il verde sei tu: adotto un'area verde e sponsorizzo l'iniziativa” del Comune di Lecce.

Il progetto riguarda interventi di rigenerazione urbana che agiscono nelle aree verdi delle città, contribuendo al miglioramento della qualità della vita degli abitanti dei quartieri. E il parco “Bruno Petrachi”, da oggi, è ufficialmente la quinta espressione del progetto “Parchi Agos Green&Smart” in Italia dopo quelli realizzati a Milano, Catania, Lucca e Roma.

Il progetto è stato curato e sviluppato da Brand for the City a partire dall’ascolto del territorio tramite un incontro pubblico, dello scorso 18 marzo, alla presenza del sindaco Carlo Salvemini e dell'assessore allo Sport, Paolo Foresio, con la cittadinanza che ha delineato bisogni e interessi sui quali si è costruita poi l’opera di rigenerazione.

Le iniziative nel parco del rione San Sabino

Nuovo parco green&smart a San Sabino

Nello specifico il rigenerato parco “Bruno Petrachi” da oggi ospita un nuovissimo campo multisport per il basket e la pallavolo (con rete rimovibile).

Il verde è stato rinnovato con nuove aiuole che ospitano alberature, arbusti ed una porzione dedicata ad orti didattici a disposizione delle scuole adiacenti il parco.

Ispirandosi al tema della musica, le linee di gioco del playground si prolungano in un motivo decorativo che divide le diverse aree del parco: un pentagramma con il simbolo della pausa indica un luogo di sosta e riposo, un diapason stilizzato connota l’area eventi e una scacchiera è a disposizione di tutti per il gioco.

Il muro perimetrale dell’istituto Stomeo-Zimbalo è decorato da opere di street art realizzate durante i laboratori artistici che si sono tenuti oggi.

Le nuove aree aggregative, costituite da tavoli, sedute con e senza schienale e chaise longue, permettono di trascorrere il tempo libero in uno spazio gradevole e accogliente.

All’interno del parco, sono presenti QR code dedicati al “green” che raccontano alberature ed arbusti delle nuove aiuole, oltre a QR che rimandano all’app Pick-Roll per organizzare partite di basket, favorendo così l’incontro e la socialità tramite lo sport.

Completano l’intervento la realizzazione di uno spazio per lezioni all’aperto, attività artistiche, mostre e attività socio-culturali costituito da sedute cubiche e pali che vanno a creare una quinta scenica a supporto delle varie attività.

Mentre all’interno del parco le associazioni del territorio coinvolgevano la cittadinanza in attività sportive, laboratori sul green e sull’arte di strada, nel corso della mattinata si è tenuta la presentazione alla quale sono intervenuti Laura Galimberti, direttore Legal affairs e corporate sustainability Agos, il sindaco di Lecce Carlo Salvemini e Paolo Foresio, assessore allo sport, turismo e spettacolo della città salentina.

Al termine della conferenza stampa il momento ufficiale del taglio del nastro cui hanno partecipato anche Claudio Bertona, Ceo di Brand for the City, il segretario generale di Sport e Salute Puglia, Francesco Toscano, il delegato Coni della provincia di Lecce, Luigi Renis, ed Enzo Petrachi, al cui padre Bruno, indimenticato artista locale, è intitolato il parco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport, verde e arte: nuova veste per il parco “Bruno Petrachi” nel rione San Sabino
LeccePrima è in caricamento