menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto: la protesta davanti alla prefettura

In foto: la protesta davanti alla prefettura

Stipendi troppo bassi: la protesta degli addetti alle pulizie delle scuole

Sit-in davanti alla Prefettura convocato da Uil Fpl: "Il percorso di stabilizzazione nel Miur ha comportato, per molti, un taglio del monte ore settimanale. Difficile arrivare a fine mese"

LECCE – Ai piedi della prefettura per protestare contro un percorso di stabilizzazione che proprio non piace: questa mattina il sindacato Uil Fpl ha chiamato a raccolta i lavoratori che si occupano della pulizia dei plessi scolastici in provincia di Lecce per protestare e accendere nuovamente i riflettori su una vertenza ormai storica.

Gli interessati al problema sono circa 800 in tutto il Salento e, prima di passare alle dirette dipendenze del ministero dell'Istruzione nel mese di marzo 2020, lavoravano tutti per le ditte private Dussmann, Sourceland e Sfl.

Il passaggio è costato caro, però, a molti di loro che si sono visti tagliare il monte ore settimanale: da 35 a 18, per un totale di 3 ore quotidiane. “Troppo poco per poter vivere e sostentare le proprie famiglie dignitosamente”, denuncia il sindacalista Dario Cagnazzo che spiega come solo il 30 percento del personale abbia ottenuto un contratto full-time.

8a3d3513-e85a-4ce5-944c-b0a57d789d0f-2

“Il guadagno medio mensile si aggira intorno alle 500 euro mensili e a ciò bisogna aggiungere anche il costo della benzina per raggiungere la sede di lavoro – prosegue lui -. Gli istituti sono collocati in tutta la provincia, infatti, e molti operatori sono costretti a percorrere anche 60 chilometri in macchina per raggiungere la scuola assegnata. In tasca, alla fine del mese, non rimane quasi niente”.

Il referente della Uil ha incontrato il prefetto, nel corso della mattinata, per esporre il grave problema economico e per ribadire la propria posizione in merito alla questione: “La stabilizzazione che provoca addirittura un taglio del monte ore, di per sé già basso, è illegittima e non ha giovato ai lavoratori”.

3b6bb955-1382-4327-9f0e-be9448066d2b-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento