rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Le cattive abitudini / Porto Cesareo

Strade e litorale invasi da rifiuti depositati. Monito della sindaca: “Basta inciviltà"

Il duro richiamo del primo cittadino di Porto Cesareo, Silvia Tarantino, delusa dal comportamento di molti residenti e proprietari di case estive che lasciano buste e sacchi in ogni dove ignorando le norme della raccolta. “Ci vuole più rispetto per la città”

PORTO CESAREO - La sindaca di Porto Cesareo combatte la sua “battaglia” estiva contro gli incivili e chi sporca la cittadina ionica depositando rifiuti in ogni dove andando al mare, ripulendo le proprie case di villeggiatura o da affittare, o semplicemente ignorando le regole della raccolta differenziata. Lo fa anche attraverso una greve monito lanciato dalle piattaforme social, alla luce di quanto si è verificato negli ultimi giorni con numerosi sacchi di rifiuti e materiale depositato su strade, accessi al mare e zone costiere.

“Nonostante l'impegno nel rendere il paese pulito ed ospitale” evidenzia il primo cittadino, Silvia Tarantino, “si continua a sporcarlo e maltrattarlo. Gli sporcaccioni puliscono le loro case, magari rendendole belle e pulite, pronte ad ospitare i vacanzieri e lasciano i loro sacchi o bustoni neri o trasparenti pieni di ogni cosa agli angoli delle strade. Gli sporcaccioni vanno al mare, come tanti altri in questi giorni, ma a differenza di chi ama l'ambiente, il nostro paese ed ha rispetto per se stesso ed il prossimo, lascia i resti della giornata al mare all'ingresso della spiaggia”.

E incalza la sindaca cesarina: “Gli sporcaccioni amano girare per il paese buttando per terra mozziconi di sigarette, carte di ogni tipo o lasciando ogni dove lattine e bottiglie vuote. Gli sporcaccioni, e parlo di utenze domestiche e commerciali, pensano che poiché pagano la tassa sui rifiuti possano permettersi di non differenziare e pretendono che il servizio sia impeccabile”.

Rifiuti abbandonati a Porto Cesareo

E ancora: “Gli sporcaccioni ignorano ogni regola del vivere civile, ma sono i primi a criticare e a sentirsi offesi se qualcuno, anche indirettamente, dovesse additati, per l’appunto, come incivili” tuona Silvia Tarantino, cercando di scuotere le coscienze e sensibilizzando ad un corretto senso civico.

“Ciò che abbandoniamo per strada viene considerato rifiuto indifferenziato e non ritirato come da calendario” spiega ancora la sindaca, “anzi non viene proprio raccolto ed ha un costo a parte, un sovrappiù, che viene pagato da tutti noi cittadini. Non bastano i controlli, non bastano le fototrappole, non bastano le multe salate. Occorre coscienza, occorre senso civico, occorre rispetto” conclude, “Porto Cesareo si è sempre dimostrato ospitale e tollerante con tutti. E’ necessario avere rispetto di questo paese e di ciò che ci ha dato e continua a darci con le sue bellezze e la sua generosità”.

Silvia Tarantino-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade e litorale invasi da rifiuti depositati. Monito della sindaca: “Basta inciviltà"

LeccePrima è in caricamento