Taranto si aggiudica i Giochi del Mediterraneo. Esulta anche Lecce: copertura per lo stadio

Per l'edizione del 2025 il calcio e altre discipline saranno ospitate nel capoluogo salentino. Per lo stadio di Via del Mare fondi per la copertura integrale e altri interventi radicali

Il presidente del Lecce mostra una ricostruzione grafica dello stadio (foto di luglio).

LECCE - La città di Taranto si è aggiudicata i Giochi del Mediterraneo del 2026. L'assegnazione è avvenuta oggi, a Patrasso, in Grecia, per acclamazione alla fine dell'assemblea dei comitati olimpici dei 26 paesi interessati.

La notizia, di straordinaria importanza per il capoluogo ionico, è stata accolta con gioia in tutta la regione e in particolare a Lecce, dove si disputeranno le gare di alcune discipline tra cui il calcio, secondo quanto era stato già anticipato nel mese di maggio nel corso di un incontro tra l'allora candidato sindaco, Carlo Salvemini, e il primo cittadino di Taranto, Riccardo Melucci (e quello di Brindisi, Riccardo Rossi). Il vice sindaco di Lecce, Alessandro Delli Noci, nel congratularsi con tutta la delegazione tarantina per il risultato conseguito, ha sottolineato le ripercussioni positive per il capoluogo salentino.

Per lo stadio di Via del Mare, dunque, ci saranno i fondi per quegli interventi necessari sia in chiave manutentiva che di innovazione: i lavori in Tribuna Est e la copertura integrale dell'impianto. Di tutto ciò il presidente del club giallorosso, Saverio Sticchi Damiani, aveva discusso con il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ricevendo ampie rassicurazioni che erano state poi riportate alla stampa nel corso della conferenza stampa, a luglio, per i lavori di adeguamento dello stadio ai parametri della serie A.

Per i Giochi del Mediterraneo si stima un budget di investimenti pari a 250 milioni di euro, di cui una parte già impegnati dal governo nazionale: l'adeguamento impiantistico delle strutture di Taranto e di altri comuni della Puglia meridionale che saranno direttamente e indirettamente coinvolti nell'organizzazione è ora la priorità..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

  • Il giallo del piccolo Mauro: ascoltati per ore i genitori in una località segreta

Torna su
LeccePrima è in caricamento