menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fiori al macero a Leverano, durante il lockdown.

Fiori al macero a Leverano, durante il lockdown.

Boccata d'ossigeno per i floricoltori: c'è l'avviso per risarcimento danni

Milioni di fiori al macero nei mesi di lockdown. Le aziende potranno fare richiesta solo online dal sito della Regione Puglia

BARI – Boccata d’ossigeno per i floricoltori pugliesi. E’ stato pubblicato l’avviso pubblico regionale destinato a risarcire i danni provocati nel corso della fase più rigida del lockdown, con le misure di contenimento del Covid-19 a causa delle quali milioni di fiori sono finiti al macero. L’intervento è destinato a quanti hanno subìto il blocco completo dei mercati e sono stati costretti a interrare i fiori rimasti invenduti.

Le aziende potranno fare richiesta esclusivamente utilizzando il modello editabile disponibile sul sito regionale https://filiereagroalimentari.regione.puglia.it attraverso l’applicativo FLOROVIVA2020, predisposto dalla Sezione competitività delle filiere agroalimentari, insieme al manuale con le istruzioni operative da seguire.

“Giunge nella sua fase operativa il primo degli interventi regionali a supporto delle aziende danneggiate dal Covid. Con una dotazione finanziaria complessiva di 2 milioni di euro – fa sapere il direttore del Dipartimento regionale agricoltura, Gianluca Nardone – l’avviso ha l’obiettivo di dare un’iniezione di liquidità ad imprese che non hanno potuto commercializzare il proprio prodotto nel periodo più critico dell’emergenza sanitaria”.

“Peraltro, avendo i fiori una vita breve, la mancata commercializzazione ha comportato per gli agricoltori la beffa di dover distruggere il frutto della propria fatica. L’aiuto – ricorda Nardone - è concesso a titolo di indennizzo una tantum del danno subìto in maniera conforme alla normativa sugli aiuti di Stato e prevede l’utilizzo di modalità fortemente semplificate i beneficiari”.

In provincia di Lecce il blocco ha colpito duramente un settore che ruota principalmente attorno ai mercati di Leverano e Taviano, rinomati in tutta Europa. In quei giorni è andata distrutta una quantità indescrivibile di fiori e non sono mancate iniziative dal valore simbolico, come donazioni per adornare i cimiteri, nella speranza di smuovere al più presto la politica per l’adozione di misure urgenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento