Tavolo tecnico Sanitaservice: attese risposte, lavoratori chiedono reintegro

Si è svolto venerdì l’incontro presso la sede della direzione generale della Asl. I lavoratori: “Se risposte negative, chiederemo i nomi di chi ci ha ostacolati”

Foto di repertorio.

LECCE – “Reintegrateci, soprattutto vista l’emergenza in corso”. Continuano a implorare una proroga i 23 dipendenti di Sanitaservice che, dopo un incontro di ieri, ora confidano in risposte positive. Il tavolo tecnico regionale, tanto atteso e invocato, si è infatti  tenuto nelle ultime ore presso la sede della direzione generale sanitaria, in via Miglietta. Nella mattinata di venerdì, infatti, il numero uno della Asl di Lecce, Rodolfo Rollo, ha incontrato Luigino Sergio, amministratore unico della società in house, per discutere dei contratti a tempo determinato scaduti lo scorso 19 ottobre.

In sintesi i lavoratori, che forniscono supporto alle professioni sanitarie in ospedale e nei servizi di pulizia, avevano già chiesto una proroga del loro rapporto di lavoro, specie alla luce di una pandemia che non concede tregua. Lo slittamento dei termini richiesto fino all’espletamento del concorso - così come hanno chiesto durante la protesta dei giorni scorsi sul tetto del Dea di Lecce – non ha neppure più senso: quella gara, infatti, non potrà neppure esserci per ora, data la situazione momentanea. I 23 dipendenti si chiedono pertanto che senso abbia non tenere nei presidi sanitari proprio loro che, assunti i primi di marzo, sono stati formati per lavorare in sicurezza negli ambienti ospedalieri?

Nei prossimi giorni, intanto, attesi gli esiti a margine della verbalizzazione della riunione che si è tenuta ieri. “Laddove le risposte dovessero essere negative – dichiarano i lavoratori- le istituzioni dovranno renderci conto sia del motivo, sia dei nomi di chi non ci sta concedendo la possibilità di prestare servizio. Già da giorni siamo a casa, dopo cinque mesi e mezzo di lavoro, nonostante una proroga di 12 mesi che sarebbe già potuta arrivare", concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Tentano rapina a commercialista al rientro a casa. Reagisce e fuggono

Torna su
LeccePrima è in caricamento