Tirocinio retribuito per cinque mesi: Caritas segnala, cooperativa chiama

Ecoworld si occupa anche di custodia e servizi cimiteriali. Tra i firmatari del protocollo anche il Comune. Venerdì incontro operativo per il patto per il contrasto della povertà

Il presidente della cooperativa, Babbo, il vescovo Seccia e il sindaco Salvemini,

LECCE – Due cittadini segnalati dalla Caritas diocesana sulla base delle informazioni fornite dai servizi sociali del Comune saranno impiegati per cinque mesi in un tirocinio formativo retribuito.

Prende il via il progetto di inclusione socio lavorativa destinato ai soggetti in condizione di disagio sociale e di marginalità. La cooperativa sociale Ecoworld che svolge anche servizio di custodia e pulizia all’interno del cimitero di Lecce si è impegnata ad attivare un percorso che possa dare concreto sollievo a chi tutti i giorni è in serie difficoltà. Terminato il primo periodo formativo ne è previsto un secondo della stessa durata, sempre destinato a due persone.

“La nostra - ha dichiarato Paolo Babbo, presidente delle cooperativa - rappresenta un'opportunità per quanti faticano ad entrare nel mondo del lavoro. Nessuno di noi ha la bacchetta magica per risolvere i problemi dell’umanità, ma ogni piccolo impegno nella direzione giusta e nella condivisione dei valori della nostra cultura cristiana può lenire una ferita e far sentire meno soli coloro che, per tanti motivi, si dibattono alla ricerca di un impegno quotidiano per sé e per la propria famiglia”.

“Iniziative come queste – ha commentato l'arcivescovo di Lecce, Michele Seccia - ci dimostrano quanto dialogare con tutte le realtà, quelle impegnate in attività assistenziali ma anche quelle impegnate in servizi di pubblica utilità, sia fondamentale per poter passare dall'assistenzialismo alla promozione umana, perché ogni persona ha il diritto di sentirsi promotore del proprio bene avendo trovato un'occasione di lavoro”.

“Dal momento del mio insediamento – ha ricordato il sindaco Carlo Salvemini - ho sempre ribadito che il  tema sfidante del contrasto alla marginalità sociale può essere affrontato solo se le Istituzioni presenti sul territorio, impegnate nella costruzione del bene comune, si riconoscono reciprocamente, si mettono a fianco e lavorano insieme. Questo accordo che oggi sigliamo realizza questo proponimento. Se altre iniziative come questa, che oggi meritoriamente Ecoworld offre come apripista, vorranno essere seguite da altre realtà noi con lo stesso spirito ci impegneremo a realizzarle. É un piccolo risultato che per noi è importante perché ha a che fare con la vita delle persone”.

Incontro operativo sulle povertà

Intanto per domani, 8 giugno alle 18 è in programma una riunione operativa a Palazzo Carafa con le associazioni che lo scorso 19 novembre hanno siglato il “Patto locale per la prevenzione e il contrasto della povertà assoluta e per l’inclusione sociale attiva”. L'obiettivo è mettere a sistema le esperienze e le competenze già presenti sul territorio e creare una strategia unitaria a livello locale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono invitate all'incontro tutte le associazioni che hanno aderito al patto e tutte quelle che vorranno aderire: parteciparanno, oltre al sindaco, l'assessore alle Politiche sociali, Saverio Citraro, l'assessora ai Diritti civili e Pari opportunità, Silvia Miglietta e la dirigente al settore Servizi Sociali, Anna Maria Perulli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento