rotate-mobile
Attualità Tricase

Torre del Sasso da recuperare, fondi in arrivo. Si parte con il puntellamento

L’amministrazione di Tricase ha ottenuto i finanziamenti per avviare il programma di recupero della torre costiera cinquecentesca che da anni versa in stato di degrado. L’Agenzia del demanio ha dato in concessione il bene per favorire l’accesso ai contributi regionali

TRICASE - Un pezzo di storia e di architettura costiera da salvaguardare e che presto sarà puntellata e messa in sicurezza. Il tutto grazie al finanziamento garantito della Regione Puglia nell’ambito del programma di tutela e valorizzazione delle torri costiere. Le buone nuove riguardano l’avamposto cinquecentesco della Torre del Sasso (o Torre del Mito) sul litorale di Tricase porto per la quale l’amministrazione comunale del sindaco Antonio De Donno ha ottenuto il via libera per il finanziamento per il progetto di puntellamento che farà da apripista per il futuro recupero del bene.

La giunta comunale tricasina, aveva infatti conferito incarico al responsabile del settore dei lavori pubblici di predisporre l’istanza di finanziamento alla Regione Puglia per l’esecuzione degli interventi di messa in sicurezza della Torre del Sasso, includendo anche la richiesta relativa alla sistemazione per l’accesso e per la visibilità anche della Torre Palane di Marina Serra. L’obiettivo era ottenere la disponibilità di fondi regionali per almeno 25mila euro.

Proprio per poter intervenire sul grave stato di dissesto della Torre del Sasso l’amministrazione comunale aveva contattato l’Agenzia del Demanio, proprietaria del bene, per metterla al correnete della possibilità di accedere ai fondi regionali per gli interventi urgenti di messa in sicurezza. A tal fine l’agenzia ha disposto di  dare in concessione la torre costiera al Comune proprio per di poter formalizzare la richiesta di finanziamenti destinati agli enti per tali interventi sulle custruzioni costiere.

La torre, situata sulla cresta della Serra del Mito, a 116 metri sul livello del mare, è una delle più alte fra le torri costiere, ergendosi su uno sperone roccioso a picco sulla macchia mediterranea sottostante. Il tutto all'interno del parco naturale regionale “Costa Otranto Santa Maria di Leuca-Bosco di Tricase”.

Come annunciato dal primo cittadino De Donno e anche dall’associazione sportiva Mountain Bike Racing Team di Tricase, impegnata anche in diverse campagne di recupero e di salvaguardia del patrimonio ambientale locale, per la Torre del Sasso “è stato compiuto un piccolo, ma importantissimo primo passo per un intervento che permetterà di conservare il bene nello stato attuale in attesa di un bel progetto di recupero definitivo”. Un campagna di sensibilizzazione e di supporto alla quale hanno contribuito gli enti interessati e anche il sindaco di Andrano, Salvatore Musarò.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre del Sasso da recuperare, fondi in arrivo. Si parte con il puntellamento

LeccePrima è in caricamento