Torta per “festeggiare” anche la morte di Gorgoni. Sdegno a Cavallino

La foto per il compleanno di un 60enne postata su facebook con la scritta “Finalmente liberi” e lo sfondo del castello della famiglia del politico scomparso. Troppo clamore, indagini dei carabinieri

CAVALLINO - Una vicenda surreale ha assunto grande clamore negli ultimi giorni nella comunità di Cavallino a distanza di pochi giorni dalla scomparsa dell’onorevole ed ex sindaco Gaetano Gorgoni. Vicenda stigmatizzata anche da molti politici e amici dell’ex parlamentare che hanno messo in risalto quanto accaduto nell’ambito dei festeggiamenti per il compleanno di un cittadino cavallinese che per i suoi 60 anni ha pensato bene di decorare la sua torta con una cialda raffigurante il castello storico della famiglia Gorgoni con l’intestazione a dir poco equivoca “Finalmente liberi (uniti)”.

E’ ovviamente seguita la foto di rito, con alcuni degli invitati presenti alla serata della festa, e la successiva pubblicazione social su facebook. Una scelta di cattivo gusto interpretata dai più come una sorta di commemorazione ed esaltazione (se fosse tale a dir poco irriguardosa) per la morte dell’ex parlamentare salentino, venuto a mancare il 13 maggio scorso. I commenti e lo sdegno in paese hanno fatto presto a moltiplicarsi. Anche per la condivisione dei presenti ai festeggiamenti tra cui, a quanto pare, anche un vigile urbano in servizio nel comune.

La risonanza del fatto ha ovviamente determinato anche l’avvio degli accertamenti per proprio conto da parte dei carabinieri della stazione di Cavallino, che potrebbero ora ascoltare i protagonisti della vicenda anche se al momento non ci sono ancora denunce formali. Anche il sindaco di Cavallino, Bruno Ciccarese, nipote dell’onorevole Gorgoni, venuto a conoscenza del fatto ha espresso il suo rammarico per quanto accaduto. Episodio che fa il paio anche con quanto accaduto nel giorno del decesso dello stimato politico quando sono stati fatti esplodere da qualcuno, in paese, anche dei fuochi d’artificio.

Prontamente rimosse dai profili social le foto della torta incriminata. Il festeggiato 60enne con un post ha chiarito quello che ha definito un equivoco: “Mi assumo tutta la responsabilità del caso, era una mia festa di compleanno” si legge nel messaggio, “gli invitati erano lì per festeggiare i miei 60 anni, la torta è stata di mia iniziativa, nessuno sapeva che di lì a poco avrai pubblicato le foto su facebook. Non si è festeggiata alcuna morte. Questo per chiarire, tutto ok”.  

Pellegrino: “Fatto ignobile, vicinanza alla famiglia”

“La mia più sentita vicinanza alla famiglia del compianto Gaetano Gorgoni per l’oltraggio alla sua memoria. Postare sui social le immagini di una torta e di alcuni partecipanti per festeggiare la scomparsa dell’ex sindaco di Cavallino è di quanto più ignobile possa esserci” il duro commento di biasimo del presidente di Italia in Comune alla Regione Puglia, Paolo Pellegrino.

“I morti vanno sempre e comunque rispettati” aggiunge Pellegrino, “ce lo insegna il rispetto etico e umano che si dive, al netto delle appartenenze politiche e delle convinzioni religiose, a chi non è più tra noi. Mi auguro che gli autori di questa meschina messa in scena possano al più presto porgere pubblicamente le proprie scuse”.

Fitto: “Rispetto per la morte”

“Una società che non conserva il culto dei morti fra i suoi valori spirituali più preziosi, non merita di sopravvivere, affido alle parole di Foscolo tutta l’amarezza che provo dopo aver appreso la notizia che un gruppo di cittadini di Cavallino ha festeggiato, addirittura con una torta, la morte dell’ex parlamentare e sindaco, Gaetano Gorgoni” commenta l’europarlamentare Raffaele Fitto.

“Si può essere avversari politici e non condividere l’operato di un amministratore” continua Fitto, “ma la morte, anche del peggior nemico, merita rispetto. Sono vicino alla famiglia e a tutta la comunità di Cavallino per questo vile e spregevole gesto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

                              

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Il virus avanza in Puglia, Lopalco: “Si delinea uno scenario preoccupante”

  • Impatto micidiale, sette coinvolti: ragazza in codice rosso per dinamica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento