Tour de force per consegna delle mascherine: 10mila da oggi negli ospedali

In due giorni distribuiti gli ausili protettivi realizzati e donati dall’azienda tessile di Collepasso per i medici e sanitari dei nosocomi salentini. Iniziative anche a Leverano e San Pietro in Lama

La consegna delle mascherine nei reparti ospedalieri

LECCE - Lotta contro il tempo per consegnare nel più breve lasso di tempo possibile le mascherine protettive necessarie per medici e sanitari degli ospedali. Un tour de force partito già da ieri con la consegna presso i presidi di Galatina, Gallipoli e Tricase e proseguito questa mattina con le tappe a Lecce Casarano, Copertino e Scorrano. Stanno giungendo a destinazione quindi le 10 mila mascherine prodotte dall’azienda Spa Manifatture di Collepasso che con le sue titolari, le sorelle Sabrina e Pamela Seclì, aveva annunciato l’attività extra presso il proprio stabilimento per la realizzazione dei preziosi ausili protettivi.

E date le forti richieste da parte degli ospedali del Salento di fare in fretta è cominciata la consegna gratuita che si è ulteriormente velocizzata. Da oggi le mascherine sono a disposizione del personale medico e sanitario dei nosocomi della provincia di Lecce. Le mascherine, composte da tre strati di diverso tessuto già presenti in magazzino, resistenti al lavaggio a secco e ad umido, quindi facilmente igienizzabili, sono state realizzate negli ultimi tre giorni dalle 50 operaie del reparto produzione dell’azienda salentina che, tra l’altro, hanno volontariamente contribuito alla causa anche con ore di lavoro straordinario.

Il video: ore extra per consegnare le mascherine agli ospedali

“Diffusa la notizia della nostra speciale produzione di mascherine, ci sono giunte centinaia di ulteriori richieste da parte di soggetti pubblici e privati, da tutta la Puglia e oltre” spiegano le titolari della Sps “purtroppo però, raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefisso, a beneficio dei nosocomi salentini, saremo in grado di produrne in queste ore solo altre mille che distribuiremo ad una serie di associazioni benefiche del territorio. E da lunedì infatti” comunicano Sabrina e Pamela Seclì, “ci sarà lo stop alla produzione nel nostro stabilimento fino a data da destinarsi”.

A Leverano altre 800 donate dalla confraternita  

Nella comunità di Leverano una grossa mano per la fornitura e distribuzione di mascherine è arrivata anche da parte dei componenti della confraternita del Santissimo Sacramento, retta dal priore Raffaele Zecca. Con l’ausilio della protezione civile locale e del consiglio direttivo le mascherine protettive, oltre 800, sono state consegnate gratuitamente presso il reparto di Oncologia dell’ospedale di Lecce, alla stazione dei carabinieri, presso la residenza per anziani “Mai soli”, e a tutti i confratelli e alle rispettive famiglie e al parroco don Antonio Zecca.           

A San Pietro in Lama 3mila in distribuzione

È partita in queste ore anche in tutto il territorio comunale di San Pietro in Lama  la distribuzione di più di 3mila mascherine artigianali (realizzate appositamente da una ditta locale) ad opera di quattordici volontari, nove ausiliari civici e cinque operatori della protezione civile, che stanno battendo il paese porta a porta. “Questo bellissimo gesto di solidarietà e altruismo” commenta l’assessore comunale Federica Rizzo, “può essere compensato da tutti noi solo con una grande responsabilità sociale: restiamo in casa e insieme ce la faremo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento