menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre aree verdi “fioriscono” con le associazioni: al via progetti sociali del Comune

La giunta comunale ha formalizzato la cessione per un anno di alcuni spazi del parco Melissa Bassi, del complesso Agave e del parco Rina Durante per la realizzazione di iniziative di comunità

LECCE – Fiorioscono, nel vero senso della parola, tre nuovi progetti sociali in quel di Lecce dove alla cura per gli spazi verdi e pubblici si interseca anche l’attività da parte delle associazioni nell'ottica del principio della cooperazione, collaborazione e condivisione tra amministrazione comunale e cittadinanza.

La giunta comunale di palazzo Carafa, infatti, ha approvato oggi una delibera per la concessione, per un anno, di tre spazi verdi di proprietà comunale per la realizzazione di progetti pilota ad altrettante realtà dell’associazionismo e dell’impresa sociale. Si tratta di una porzione del parco Melissa Bassi (Trax Road) nel quartiere di San Giovanni Battista, di un'area a verde del complesso residenziale Agave, e del parco cittadino intitolato a Rina Durante, di via Biasco in cui saranno realizzate altrettante iniziative di comunità.      

In attesa dell'approvazione di un regolamento per l’affidamento e la gestione dei beni comuni della città, con questa concessione l’amministrazione comunale procede all’avvio di altrettanti progetti pilota al fine di sperimentare la gestione di aree a verde di proprietà comunale su spazi che soffrono condizioni di marginalità o di scarsa accessibilità e vitalità o di fenomeni di degrado dovuti ad atti vandalici.  

In questi anni l’amministrazione ha ricevuto infatti tre proposte progettuali di altrettante associazioni che operano nei quartieri dove sorgono le aree verdi da valorizzare. E la delibera approvata oggi prevede la sottoscrizione di tre protocolli d’intesa tra le associazioni e il settore Ambiente, in collaborazione con tutti i settori interessati per altre attività che impegnano l’amministrazione comunale.

“Sono riconoscente alle tre associazioni che hanno redatto i progetti di adozione degli spazi pubblici dei loro quartieri” commenta l’assessore alle Politiche urbanistiche e alla rigenerazione urbana, Rita Miglietta, ”con l'esperienza di piazzale Cuneo, e con altre che stanno germogliando, questa loro iniziativa è importante e stimola l'amministrazione alla cooperazione. La pandemia non ha fatto altro che rafforzare il ruolo essenziale dello spazio pubblico e degli spazi aperti in generale nella nostra vita quotidiana nei quartieri, questi progetti ne evidenziano il valore infrastrutturale nel generare socialità, senso di appartenenza e piccole attività che in una visione ecologica del territorio reinterpretano le risorse fisiche comuni, il suolo pubblico, e sociali”.

Fucina Salentina al parco Melissa Bassi

La prima proposta di utilizzo sociale rigiuarda l'associazione “Fucina Salentina” con il progetto di formazione e animazione sociale “Fo(od)resta” che sarà realizzato in una porzione del parco Melissa Bassi, nel quartiere di San Giovanni Battista, vincitore di un bando finanziato dall'Unione Europea sui “Progetti di solidarietà” dell'Agenzia nazionale giovani.  

L’associazione procederà alla creazione in una porzione del parco, di una piccola food forest con la messa a dimora di piante ad alto e medio fusto, arbusti, piante aromatiche, erbacee, rampicanti e tappezzanti, piante che forniscono frutti commestibili e habitat per gli animali con la tecnica della permacultura.

“Bello&Possibile” nel complesso Agave

La seconda proposta è quiella dell’associazione “Pr.Aga”, che ha presentato il progetto “Bello&Possibile” per la valorizzazione di un'area a verde presso il complesso residenziale Agave.

Il progetto prevede il coinvolgimento diretto della comunità dei residenti nella cura del verde di uno spazio pubblico del quartiere, volta a stimolare momenti di aggregazione e di socialità, oltre che di discussione attiva e redazione di proposte migliorative della vivibilità e vitalità del quartiere.

“Durante la pausa” nel parco di via Biasco

La terza proposta progettuale è quella della fondazione Div.Ergo onlus che ha presentato il progetto “Durante la pausa” per l’inclusione sociale di persone con disabilità intellettiva attraverso la cura del nuovo piccolo parco cittadino intitolato a Rina Durante, sito in via Biasco nel quartiere Salesiani.

Il progetto sarà realizzato in partnership con l’associazione C.a.Sa., con Università del Salento e con il conservatorio “Tito Schipa”, e punta all’inclusione sociale per giovani e adulti con disabilità intellettiva mediante un programma articolato di cura, manutenzione e valorizzazione dello spazio verde urbano.           

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento