menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In tre giorni 500 nuovi casi in provincia di Lecce: la variante traina l'epidemia

Le diagnosi di infezione si succedono a un ritmo sostenuto, soprattutto a Lecce e nel suo hinterland. Il bollettino regionale, intanto, riporta un aumento non marginale del numero dei ricoverati

LECCE – Con oltre 500 nuove diagnosi di infezione da Covid in 72 ore, l’epidemia ha definitivamente cambiato passo nel Salento: basti pensare che in sette giorni, dal 27 febbraio al 5 marzo, i nuovi casi confermati erano stati in tutto 630.

È probabilmente vero che i segnali della cosiddetta terza ondata, di cui parliamo da diversi giorni, abbiano portato a un incremento dei tamponi (più casi ci sono, più controlli si fanno sui contatti, più nuovi casi emergono), ma la progressione non lascia spazio a interpretazioni indulgenti tanto da suggerire l’adozione immediata di comportamenti individuali improntati alla massima cautela: utilizzo delle mascherine, igiene delle mani e distanziamento rigoroso. E questo prima ancora che prendano forma provvedimenti urgenti da parte delle autorità (a livello regionale si dovrebbe muovere qualcosa entro domani) per contrastare la velocità di diffusione dovuta al ceppo del virus isolato per la prima volta in Inghilterra.

L’avanzata del contagio è tangibile anche considerando l’incremento dei casi attuali (quelli cioè al netto dei guariti e dei decessi): sono stati superati i 2mila casi, quando ancora venerdì mattina, secondo il report settimanale di Asl Lecce, erano 1.596. In questo momento sul territorio provinciale, ogni mille abitanti, ce ne sono 2,5 sono positivi al Covid.

Nel capoluogo, rispetto al dato di venerdì, sono una cinquantina i casi attuali in più, per un totale di oltre 330, ma anche a Cavallino l’incremento è notevole con più di un centinaio di casi attuali. Lecce e il suo hinterland, in questa fase, costituiscono le aree più colpite dall’avanzata del contagio, favorito evidentemente dalla prevalenza oramai chiara della variante inglese.

Bollettino regionale: 594 casi confermati

Anche dai dati giornalieri del bollettino regionale arriva una ulteriore conferma del delicato passaggio in atto: i nuovi casi associati alla provincia di Lecce sono 127. L’incidenza media a sette giorni è ora di quasi 113 nuovi casi al giorno ogni 100mila abitanti, contro i 70.3 di media della settimana precedente (in termini percentuali l’aumento è di oltre il 37 percento, in linea con quello registrato ieri).

Su tutto il territorio regionale i nuovi casi sono stati 594 su 4.560 test, per una incidenza di poco meno di 208 nuove diagnosi ogni 100mila abitanti, a fronte delle 171 di media nella settimana precedente. In aumento il numero dei ricoverati, passato da 1.458 a 1.516. In terapia intensiva ci sono stati 27 nuovi ingressi per un totale di pazienti ricoverati di 169 (14 in più di ieri). I decessi registrati sono stati 25 (di cui due in provincia di Lecce). L’incremento dei guariti è stato invece di 828 unità.

Leggi il bollettino dell'8 marzo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento