menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre tremila tamponi in Puglia: 49 positivi, un quarto nel Salento

Il tracciamento dei contatti legati a casi già noti e lo screening sugli arrivi da fuori regione determinano i dati di questa fase epidemiologica. Non sono stati registrati decessi

LECCE – Nel giorno in cui il bollettino epidemiologico riporta un numero di tamponi registrati superiore a 3mila (3.272), sono stati 49 quelli positivi al Covid-19 (pari all’1,5 percento del campione). 

In provincia di Lecce i casi di infezione emersi sono 12 e, come spiegato dal direttore generale di Asl, Rodolfo Rollo, dieci si riferiscono a contatti di casi già noti (nove erano già in isolamento), mentre i due rimanenti riguardano una persona proveniente da Roma e a un’altra da Vicenza. Con quelli registrati oggi, i casi nel Salento dall’inizio dell’epidemia arrivano a quota 661 (lo 0,08 percento dei residenti).

In ambito regionale non sono stati registrati decessi (555 a oggi), mentre i casi attualmente positivi sono 548. I ricoverati passano da 85 a 92 (il 16 percento), ma i posti occupati in terapia intensiva da pazienti con nuovo coronavirus restano quattro, così come indicato nel report precedente. Incremento di sei unità nel numero dei guariti (pari a 4.016). 

Che i casi emersi in questa fase siano per la maggior parte frutto di contact tracing o screening (insomma, prevenzione) e non di tamponi diagnostici (cioè fatti in presenza di sintomi sospetti) è oramai un fatto consolidato e lo conferma anche quanto avviene nelle altre zone della Puglia: dei 25 casi emersi in provincia di Bari, ad esempio, 15 si riferiscono a persone legate a contatti già noti mentre gli altri a rientri da Sardegna, Malta, Albania e Inghilterra.

Leggi il bollettino epidemiologico del 25 agosto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento