Truffe e raggiri ai danni degli anziani. I consigli dei carabinieri per evitare brutte sorprese

Il ciclo degli incontri promossi dall’Arma ha fatto tappa presso il centro anziani di Tuglie. I comandanti Battaglia e Russo hanno spiegato le “tecniche” per difendersi dai truffatori

L'incontro dei carabinieri a Tuglie

TUGLIE – Prosegue in modo capillare il ciclo di incontri nelle comunità salentine promosso dal Comando provinciale dei carabinieri, in collaborazione con le compagnie, le stazioni locali e le amministrazioni comunali, al fine di fornire informazioni utili per sventare situazioni di pericolo e di raggiro ai danni dei cittadini da parte di malintenzionati e truffatori. L’Arma va incontro ai cittadini in particolare affrontando, con i diretti interessati, il fenomeno delle truffe ai danni degli anziani. Prudenza e diffidenza sono le parole chiave sulle quali improntare una buona strategia di difesa innalzando l’attenzione verso gli sconosciuti che bussano alla porta di casa, che chiamano al telefono, o che si avvicinano per strada. Così come massima allerta bisogna sempre avere su accattivanti messaggi, avvisi e inviti on line che richiedono esplicitamente i dati personali.             

Su tali argomentazioni si è svolto nella serata di ieri l’ultimo incontro, in ordine di tempo, presso il centro anziani di Tuglie e al quale hanno preso parte il comandante della compagnia di Gallipoli, il capitano Francesco Battaglia e il comandante della stazione di Sannicola, il maresciallo maggiore Luca Russo, e il sindaco Massimo Stamerra. Le truffe e i tentativi di raggiro nei confronti dei soggetti deboli e degli anziani in particolare, pur non rappresentando un fenomeno allarmante nel territorio salentino, costituiscono comunque un pericolo costante dal quale è sempre bene mettersi in guardia. Qualche episodio non è mancato di affacciarsi agli onori anche della cronaca locale, da qui i consigli utili, oltre alle denunce di rito, dispensati dalle forze dell’ordine.

Un incontro alquanto partecipato quello di Tuglie, al quale hanno assistito oltre una sessantina di persone. Numerose le domande e le curiosità sottoposte all’attenzione di militari dell’Arma. Alcuni dei partecipanti hanno anche raccontato alcune esperienze personali o episodi nei quali hanno avuto il sentore di essere al cospetto di un tentativo di truffa. Al termine dell’incontro i due comandanti hanno consegnato ai partecipanti un “prezioso” opuscoletto contenente i principali consigli da seguire per difendersi in maniera adeguata e preventiva dai possibili e insidiosi tentativi di raggiro dei truffatori.              

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • Come annaffiare le piante quando sei in vacanza

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Boato in piazza, esplode una bombola da sub: auto sventrata

  • Autovelox su statali e provinciali: ridefiniti i tratti dove possono essere installati

Torna su
LeccePrima è in caricamento