rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Domande fino al 2 ottobre

Uffici del Comune: pubblicati i bandi per 35 posti tra funzionari e istruttori

Altri 10 sono stati coperti con le procedure di comando o di mobilità. Dopo l'accordo con il governo, Palazzo Carafa può procedere ad attutire la drastica riduzione di personale degli ultimi anni: manca quasi la metà della pianta organica

LECCE - La prova scritta per la selezione dei candidati per 35 posti a tempo indeterminato banditi dal Comune di Lecce si terrà tra mercoledì 18 e venerdì 20 ottobre. Sono due gli avvisi pubblici pubblicati sull’albo pretorio, sul sito istituzionale e sul portale del reclutamento “Inpa”: il primo per 18 posti da funzionario (ex categoria D1) e 17 per quello di istruttore (ex categoria C1). 

“Dando seguito al Patto per Lecce approvato dal Consiglio comunale e sottoscritto con il governo (costruito con l’esecutivo di Draghi e formalizzato con l’attuale, guidato da Meloni), avviamo le procedure di reclutamento di nuovo personale che andrà a sostenere il lavoro degli uffici comunali e i servizi ai cittadini – ha dichiarato il sindaco Carlo Salvemini – Con questo piano di assunzioni non risolveremo carenze di organico dell’ente, che può contare ad oggi su poco più della metà dei dipendenti effettivi di cui avrebbe bisogno. Ma è un passo avanti incoraggiante, che riusciamo a compiere grazie alla disciplina di bilancio applicata negli ultimi anni e ai sacrifici chiesti ai cittadini per evitare il dissesto organizzativo dell’ente”.

“In questi anni - ha proseguito il primo cittadino - la macchina amministrativa ha conosciuto un fisiologico impoverimento dal punto di vista dei numeri e dell’esperienza, l’età media dei dipendenti è cresciuta, il carico di lavoro di chi è rimasto si è appesantito”.

La domanda di ammissione deve essere inviata tramite il Portale Unico del entro il termine perentorio delle ore 23.59 del 2 ottobre 2023. All’esito della prova scritta i candidati ammessi andranno a comporre la graduatoria finale di merito provvisoria, che resterà in vigore per due anni. Dal momento della sottoscrizione del Patto sono già state assunte attraverso le procedure di comando o di mobilità dieci unità di personale (6 amministravi, 3 tecnici e un bibliotecario). La restante quota di assunzioni è quella che sarà coperta dal concorso.

“Da circa tredici anni il Comune di Lecce non svolgeva un concorso pubblico per l’assunzione di personale destinato agli uffici di tutti i settori – ha spiegato l’assessore al Personale Christian Gnoni – questo dà la misura di quanto fosse necessario e urgente immettere nuove energie nella macchina amministrativa, che dal 2019 ad oggi ha visto 134 dipendenti andare in pensione senza essere sostituiti, l’età media del personale crescere e gli sforzi degli uffici moltiplicarsi per assicurare servizi di qualità. Per questo ringrazio i consiglieri comunali che hanno approvato il Patto che consente le assunzioni. Ringrazio i dipendenti comunali per l’impegno che garantiscono ogni giorno a favore dei cittadini leccesi. E ringrazio l’ufficio personale a cui è demandato lo svolgimento della procedura di selezione e assunzione di queste 35 unità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uffici del Comune: pubblicati i bandi per 35 posti tra funzionari e istruttori

LeccePrima è in caricamento