rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Previste anche nuove barriere e illuminazione / Gagliano del Capo

Un anno di lavori, nuova veste per il Ponte del Ciolo: domani la riapertura al traffico

Completate le opere di risanamento, consolidamento e adeguamento sismico e funzionale commissionate dalla Provincia e finanziate con oltre 4 milioni di euro dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Domani pomeriggio l’inaugurazione

GAGLIANO DEL CAPO - Ad un anno esatto di distanza si sono ormai concluse le opere di riqualificazione e consolidamento e il ponte icona del Salento si appresta a riaprire al traffico veicolare e a sfoggiare la sua nuova veste.

La Provincia di Lecce restituirà nella giornata di domani lo storico Ponte del Ciolo alla comunità salentina. Simbolo negli anni ’60 di un filone di ingegneria strutturale altamente innovativa, il Ciolo, situato in località Gagliano del Capo, torna quindi a nuova vita e alla percorrenza dei mezzi.

La struttura originaria ad arco sagomato tipo Maillart, infatti, è stata progettata dall’ingegnere leccese Antonio La Tegola e realizzata, tra il 1962 e il 1967, dalla Provincia di Lecce, con la direzione dei lavori di un funzionario dello stesso ente.

Il ponte ha avuto negli anni altri interventi importanti di manutenzione resi necessari per la vicinanza ad un ambiente molto aggressivo come il mare, con la conseguente presenza dell’aerosol marino che intacca le superfici. Gli ultimi interventi realizzati sono stati finalizzati al recupero funzionale e all’adeguamento alle nuove norme, sia in termini di transitabilità, che sismici.

Si sono ora, infatti, completati i lavori commissionati da Palazzo dei Celestini e legati al progetto articolato e complesso di risanamento, consolidamento e adeguamento sismico e funzionale, finanziato con oltre 4 milioni di euro dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Gli interventi sono stati eseguiti dalla ditta appaltatrice, la Consolidamenti speciali srl.

Le opere realizzate

In sintesi sono state realizzate la ricostruzione corticale dell’arco e dei setti mediante betoncino colabile ad altissime prestazioni. La costruzione di una controsoletta all’intradosso dell’impalcato esistente. Così il Ciolo sarà percorribile da tutti i mezzi previsti dal nuovo Codice della strada e rispetterà le nuove norme tecniche sulle Costruzioni del 2018.

Attraverso l’ampliamento degli sbalzi su entrambi i lati della carreggiata, i marciapiedi sono stati adeguati alla normativa sul superamento delle barriere architettoniche, diventando accessibili ai disabili. In questo modo, inoltre, si adattano anche alla realizzazione di un percorso ciclo pedonale.

Sul lato strada e sul lato mare sono state inserite nuove barriere di protezione innovative e di alto valore estetico, in sintonia con la peculiare componente paesaggistica su cui sorge il ponte del Ciolo, di notevole pregio ambientale. Queste ultime, in particolare, impediranno di effettuare pericolosi tuffi dall’alto della struttura.

Il progettista Claudio Giancane, ha più volte evidenziato come sia stata posta particolare attenzione alla durabilità dell’intervento. Tutte le opere strutturali sono protette attraverso materiali, tecnologie e rivestimenti altamente innovativi, tali da conferire al ponte una vita utile di progetto di almeno 65 anni, arco di tempo in cui non saranno necessari altri interventi di manutenzione straordinaria.

L’inaugurazione

Mercoledì 24 aprile è stata programma, alle 18.30, sul posto, la conferenza stampa e, a seguire, la cerimonia di inaugurazione di apertura del ponte, con il taglio del nastro, l’accensione dell’illuminazione e il passaggio della prima vettura.

Lunga circa 60 metri, l’opera d’avanguardia, tutta salentina, si trova lungo la strada provinciale 358, la litoranea della costa adriatica del Salento, in corrispondenza di un’insenatura rocciosa profonda circa 30 metri. Da ottobre 2006 fa parte del Parco Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase.  

Alla cerimonia inaugurale prenderanno parte il presidente della Provincia, Stefano Minerva, i consiglieri provinciali Ippazio Morciano e Francesco Volpe, il sindaco di Gagliano del Capo, Gianfranco Melcarne, il dirigente del Servizio Viabilità dell’ente Luigi Tundo, le autorità civili e religiose.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno di lavori, nuova veste per il Ponte del Ciolo: domani la riapertura al traffico

LeccePrima è in caricamento