Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Popolazione più anziana verso l'immunità: copertura oramai avanzata

Il 96 percento degli ultraottantenni ha ricevuto almeno una dose e quasi tutti anche la seconda. Oltre la media nazionale anche per quanto riguarda le altre fasce di età

LECCE - Nella campagna vaccinale anti Covid in Puglia è stata superata quota tre milioni di somministrazioni: poco più di un quarto della popolazione con più di 12 anni (attualmente l'eta minima consentita) ha concluso il ciclo, mentre quasi il 60 percento ha ricevuto almeno la prima dose. 

Nelle fasce di età più elevata la copertura parziale raggiunge livelli molto alti, che collocano la regione oltre la media nazionale. Gli over 80 che hanno fatto una dose sono il 96 percento del totale (media in Italia 93,2); tra i 70 e i 79 anni è stato vaccinato per ora il 91,9 percento della platea interessata; tra i 60 e i 69 anni l'86,5 percento; tra i 50 e i 59 anni il 73 percento; tra i 40 e i 49 anni il 52,7 percento.

“Tre milioni di dosi – ha commentato l’assessore alla Sanità, Pier Luigi Lopalco - significa che il sistema di vaccinazione pugliese funziona. Anche se tutti i nostri dati sono sopra la media nazionale, continuiamo a lavorare per raggiungere chi non si è ancora vaccinato nelle classi più a rischio, in modo da coprire il più possibile gran parte della popolazione prima dell’arrivo dell’autunno. La circolazione del virus ormai è osservabile soprattutto tra i non vaccinati, tra i quali le varianti possono essere molto pericolose, e questo deve spingerci a vaccinare tutti presto e bene”.

I numeri della provincia di Lecce sono coerenti con quelli regionali: il 96 percento degli ultraottantenni ha ricevuto una dose, il 90 ha completato la vaccinazione. Nella classe di età inferiore (70-79 anni) copertura parziale per il 91,13 percento delle persone e totale per il 57,6 percento. Nella coorte 60-69 anni una dose per l'84 percento dei cittadini e due per il 28 percento.

Intanto prosegue la vaccinazione dei giovani più fragili di età compresa tra i 12 e 15 anni. Mercoledì, presso il Dea, sono state somministrate 45 dosi ad adolescenti in cura nei reparti di Reumatologia e Immunologia pediatrica del "Vito Fazzi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Popolazione più anziana verso l'immunità: copertura oramai avanzata

LeccePrima è in caricamento