menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La caserma Zappalà, hub vaccinale.

La caserma Zappalà, hub vaccinale.

Dosi anche per beneficiari della 104: in centinaia fuori dall’hub della caserma Zappalà

La notizia ha cominciato a circolare in mattinata: i vaccini Astrazeneca sono stati messi a disposizione anche di coloro che assistono persone non autosufficienti

LECCE –Un semplice sms ha scatenato la corsa al vaccino. Un messaggio virale e non istituzionale (non è mai partito dall'Azienda sanitaria locale) ha cominciato a circolare nelle ultime ore sui social network: le dosi dei vaccini destinate in un primo momento solo ai caregiver di minorenni affetti da disabilità estese anche ai beneficiari della 104. Ossia delle legge del 1992 destinata a coloro che assistono regolarmente famigliari o persone non autosufficienti affette da patologie fisiche o anche da disagi psicologici di qualsiasi età.

Condizione che riguarda dunque anche gli assistenti come badanti, purché siano muniti di certificato che lo attesti. L’informazione si è rivelata reale: l’hub vaccinale allestito presso la Caserma Zappalà dell’Esercito italiano sarebbe dovuto servire per due giorni alla somministrazione delle dosi di Astrazeneca agli assistenti di minori disabili. Di fatto il numero di dosi a disposizione si è rivelato nettamente superiore. E vista la quantità di vaccini in più si è deciso, d’accordo con la Asl e Dipartimento di prevenzione della salute della Regione Puglia di allargare la somministrazione anche ad altri caregiver.  Quelli che godono appunto della 104.

La notizia ha fatto in poco tempo il giro spingendo i cittadini ad accalcarsi, sempre più numerosi, nei pressi della Scuola di Cavalleria, in via Massaia. A partire dalle 15 e fino alle 19, la caserma ha riaperto i cancelli, ritrovandosi la gente in lunghe file, in centinaia e col rischio di creare rischiosi assembramenti e inevitabili polemiche che si sono susseguite. Sul posto, sono intervenuti anche i volontari della protezione civile de gli agenti della polizia. Nella giornata di ieri, a Pasqua, sono stati circa 600 i caregiver dei minorenni vaccinati nei dieci distretti sanitari della Provincia di Lecce (non soltanto presso la caserma dunque). Il dato parziale fino alle 18 di ieri è invece di mille e 500 vaccini somministrati ad assistenti di famigliari di tutte le età. Quasi mille in più rispetto a ieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Auto e moto

    Cambio gomme invernali: date e normativa per il 2021

  • Cura della persona

    Manicure semipermanente fai da te senza l’uso della lampada

  • Cucina

    Cavolo verza stufato da preparare in primavera

  • Cucina

    Trippa alla pugliese, oggi pranziamo così

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento