menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino contro il Covid-19. Via alla raccolta di adesioni in area medico sanitaria

La campagna parte in Puglia come nel resto d'Italia dalle categorie più esposte e da quelle più fragili, gli anziani ospiti nelle residenze. Ospedali e unità mobili per la somministrazione nella prima fase

LECCE - Il personale medico e socio sanitario della Puglia può aderire da oggi alla campagna di vaccinazione contro il coronavirus. La Regione disporrà di una prima fornitura di 95mila dosi, mentre l'adesione resta volontaria, come stabilito a livello nazionale. La somministrazione sarà avviata nei primi giorni del 2021. 

“Finalmente si parte. Il momento che abbiamo atteso per mesi, la vaccinazione contro il coronavirus, è arrivato. La fase 1 inizierà nei primi giorni di gennaio, quando appunto saranno vaccinati, su base volontaria, gli operatori sanitari e gli ospiti delle residenze sanitarie e socio-sanitarie. Subito dopo, con l’arrivo dei nuovi lotti di vaccino, procederemo a vaccinare le altre fasce della popolazione. La Puglia è pronta”.

Video: le dichiarazioni dell'assessore

Le categorie individuate sono quelle indicate dal piano strategico ministeriale d'intesa con l'Istituto superiore di sanità e l'Agenzia del farmaco. E si parte dalle più vulnerabili, gli anziani, e da quelle più esposte, gli operatori dell'area medica e socio sanitaria, che operano in prima linea.  Sarà quindi conivolto dalla prima fase di somministrazione il personale delle strutture pubbliche e private accreditate, i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta.

La Regione Puglia, in attesa del varo del sistema nazionale di prenotazione e registrazione, ha messo a disposizione sul proprio portale un modulo (da compilare entro il 20 dicembre): raccogliendo le adesioni, infatti, sarà possibile calibrare al meglio la distribuzione delle dosi. Una volta compilato il modulo, sarà la Asl di riferimento a contattare gli interessati per le informazioni sul vaccino e la sottoscrizione del consenso informato. 

Qui il link (solo per personale sanitario e operatori socio sanitari)

In Puglia ci saranno 11 punti di somministrazione individuati nei siti ospedalieri, cui si potranno aggiungere, se il numero di adesioni lo richiederà, unità mobili. La stima è di completare il primo giro di somministrazioni in 15 giorni lavorativi. Con le successive forniture saranno messi a disposizione anche gli ambulatori dedicati ai vaccini ordinari. 

Oltre 9mila le richieste in giornata

“Da questa mattina fino alle ore 19.00, sono state 9256 le richieste di adesione pervenute dal personale sanitario per le prime somministrazioni del vaccino contro il coronavirus. A queste si aggiungono le oltre 20mila dosi riservate agli ospiti di Rsa. Il riscontro di queste di queste prime ora dalla pubblicazione del modulo online, riservato esclusivamente al personale sanitario, è quindi positivo. Invitiamo tutti gli operatori sanitari che non lo hanno ancora fatto a compilare il modulo entro domenica sera”. È quanto dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco, aggiornando il dato in serata.

Nota: in caso di problemi tecnici con la compilazione del modulo, il personale sociosanitario può scrivere a assistenzaportale@sanita.puglia.it indicando codice fiscale e giorno in cui è stato fatto il tentativo di compilazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Stanchezza in primavera, ecco perché

  • Sicurezza

    Come utilizzare l’aceto per le pulizie di casa

  • Cucina

    Melanzane marinate all’aceto, fresche e veloci

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento