menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Acquisti di Natale, la Polizia scende in campo per la protezione dello shopping

Un vademecum divulgato dalla Polizia postale e delle comunicazioni per mettere in guardia da alcuni fenomeni, diffusi soprattutto sul web

LECCE – In vista delle compere di Natale, la Polizia di Stato divulga un vademecum anti truffa. Specie contro i raggiri online. Il numero delle segnalazioni e denunce ricevute sul commissariatodips.it, sommate a quelle delle persone arrestate e denunciate nel corso del 2020, ha registrato un incremento di oltre l’89 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per questo motivo la Polizia postale e delle comunicazioni ha divulgato alcuni consigli utili all’avvicinarsi del Natale quando il fenomeno delle truffe sembra acutizzarsi, complice anche la ricerca di offerte a bassissimo costo.

Anche nella Regione Puglia il numero delle segnalazioni e denunce ricevute nell’anno corrente ha raggiunto quota 1400 – con danni che raggiungono importi di svariate centinaia di migliaia di euro complessivi - con 249 denunciati nel solo corso dell’anno. La prima raccomandazione è quella di utilizzare software e browser completi e aggiornati. Potrà sembrare banale, ma il primo passo per acquistare in sicurezza è avere sempre un buon antivirus aggiornato all’ultima versione sul proprio dispositivo informatico. Utile inoltre dare la presenza a siti certificati o ufficiali, così come cercare quei riferimenti del sito che siano gli stessi di un vero negozio: partita Iva, numeri di telefono e contatti.

I dati fiscali sono facilmente verificabili sul sito istituzionale dell’Agenzia delle entrate. Importante per i consumatori anche leggere sempre i commenti e i feedback di altri acquirenti.  Le “voci” su un sito truffaldino circolano velocemente online. Su smartphone o tablet utilizzare le app ufficiali dei negozi online e utilizzare, inoltre carte di credito ricaricabili. La raccomandazione è anche quella di evitare il phishing e lo smishing, ossia la rete dei truffatori che, che attraverso mail o sms contraffatti, richiedono di cliccare su un link al fine di raggiungere una pagina web trappola e sfruttando meccanismi psicologici come l’urgenza o l’ottenimento di un vantaggio personale, riusciranno a rubare informazioni personali quali password e numeri di carte di credito per scopi illegali. Infine, diffidare sempre di chi chiede di esser contattato al di fuori della piattaforma di annunci con    email e/o sms ambigui con la scusa di far risparmiare sulle commissioni e di chi ha troppa fretta di concludere l’affare. Sono soltanto alcuni, piccoli consigli per trascorrere vacanze e relativi acquisti in tranquillità, nonostante non sarà l’anno più festoso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento