Impennata di verbali, molti in città: ma una ragazza sorpresa a fare il bagno

Circa 60 unità della polizia locale impegnate nel giorno di Pasqua tra perimetro urbano e litorale dove le sanzioni sono state quattro sulle 21 complessive. Operativi anche i droni

Un drone in volo a San Cataldo.

LECCE – Sono 21 le sanzioni elevate dalla polizia locale per violazione delle disposizioni per il contenimento del Covid-19. Un numero grosso modo doppio rispetto a quanto registrato nelle giornate di maggiore indisciplina e che trova spiegazione non, come si potrebbe pensare di primo acchito, in plateali fughe di massa verso il mare, ma in comportamenti "superficiali" registrati soprattutto in città.

Nel pomeriggio, ad esempio, in una piazzetta del centro moderno sono state sanzionate sei persone perché trovate, ciascuna col proprio cane, a distanza considerata troppo ravvicinata l’una dall’altra. Altre due, di nuclei familiari diversi, erano sedute invece su una panchina di piazza dei Partigiani. Circostanze che in tempi ordinari sarebbero del tutto pacifiche, ma che in questa fase di emergenza sanitaria sono considerate fattori di rischio.

Come ogni giorno sono state impiegate 18 pattuglie nel perimetro urbano e otto lungo il litorale leccese dove sono stati utilizzati, in collaborazione con la protezione civile e l’assessorato all’Ambiente, anche i droni in dotazione al Comune di Lecce. Un totale di 56 agenti, tre ufficiali e quattro operatori di pilotaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle marine sono state fatte 4 multe: a Frigole un uomo e una donna sono stati sanzionati perché trovati, ciascuno nella propria autovettura, a guardare il mare (gli episodi in località Acquatina e su lungomare Mori). A Torre Chianca una ragazza è stata sorpresa a fare il bagno nella foce dell’Idume, mentre una donna di Surbo stava accompagnando la figlia a casa dei nonni. I volontari della protezione civile hanno garantito assistenza: 48 le richieste evase, di cui 19 per la consegna di farmaci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s'impenna

  • Duplice delitto, l’istinto omicida anche in ospedale e la nuova perizia sui bigliettini dell’orrore

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • In centinaia ne “La Fabbrica”, piomba la polizia: locale chiuso cinque giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento