menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Vertenza Tundo, la protesta non si ferma. Usb verso un nuovo sciopero

La mobilitazione, indetta per il 16 e il 17 dicembre, è volta a ottenere il pagamento di alcuni stipendi arretrati. "La Asl ha sanato una buona parte dei crediti ma la situazione è critica"

LECCE – Non si ferma la protesta di Usb nei confronti della ditta Tundo Vincenzo spa. Anzi, il sindacato ha proclamato un nuovo sciopero per il 16 e il 17 dicembre.

La società di Zollino, lo ricordiamo, gestisce in appalto il servizio dei trasporti secondari della Asl di Lecce e il problema, reclamato a più riprese dai dipendenti, è relativo al mancato pagamento di alcuni stipendi.

L'azienda sanitaria locale è intervenuta per sanare la situazione, almeno in parte, saldando il pagamento dell’80 degli stipendi di agosto e settembre a quei lavoratori che non l'avevano ricevuto e l'80 percento di una sola mensilità ad altri dipendenti.

Nonostante ciò, fa sapere Gianni Palazzo di Usb, “la situazione resta critica”.

“Diversi dipendenti vantano crediti per mensilità pregresse ad agosto – sottolinea l'esponente di Usb -. Poi toccherà saldare gli stipendi di novembre e la tredicesima”.

Per tutti questi motivi il sindacato, che insiste da mesi sul percorso di internalizzazione dei servizi nella società in house della Asl, ha deciso di non mollare la presa e di continuare con la mobilitazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento