rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Il confronto in Provincia

Via Francigena e prospettive future: incontro a Palazzo dei Celestini

Un appuntamento con le istituzioni e le associazioni del territorio per fare il punto sullo stato dell’arte e conoscere le strategie per la promozione turistica

LECCE - “Via Francigena: prospettive future alla luce dei nuovi finanziamenti”: è stato questo il tema dell’incontro che si è svolto questa mattina nell’aula consiliare di Palazzo dei Celestini a Lecce. Un appuntamento con le istituzioni e le associazioni del territorio per discutere insieme per fare il punto sullo stato dell’arte della Via Francigena in provincia di Lecce, e per conoscere le azioni messe in campo e le future strategie di questo strumento di promozione turistica.

L’evento, promosso dal presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, è stato aperto dall’indirizzo di saluto del vice presidente dell’Ente Antonio Leo che ha sottolineato come l’incontro odierno “rappresenta una giornata campale, quasi una sorta di spartiacque nell’ottica di promozione futura della Via Francigena, grazie anche alla collaborazione che la Provincia intende mettere in campo assieme ai Comuni interessati al cammino”.

Presente il sindaco di Lecce e presidente dell’associazione La Casa delle Comunità Ospitanti Carlo Salvemini, il consigliere provinciale delegato al Turismo Fabio Tarantino, oltre ad una rappresentanza di studenti universitari. A moderare i lavori, in assenza di Luigi Del Prete, direttore dell’associazione La Casa delle Comunità Ospitanti, Alessia Ferreri, componente nazionale del Comitato Estensione Soroptimist International d’Italia.

“Almeno dieci anni addietro, quando parlavamo di Via Francigena, sembravamo essere dei visionari – ha sottolineato Tarantino -, quasi fosse una linea povera da scartare. Nel corso degli anni poi, vedendo anche le persone che si accostavano a questi cammini, il tema ci ha coinvolto e ci ha cominciato ad appassionare sempre maggiormente, fino a coinvolgere a pieno titolo anche i Comuni interessati dal passaggio della Via Francigena. Ad oggi, visto l’appeal sempre più diffuso, ritengo che la Provincia, al netto delle riforme legislative accadute, intesa come area vasta e cabina di regia, debba riprendere questo ruolo, accanto ai Comuni, per coordinare le fila del futuro della Via Francigena nei confronti della Regione Puglia”.

“Quello che mi preme sottolineare – ha aggiunto - è che il turismo religioso, il turismo dei cammini, quasi una scelta di vita, non è un turismo dei poveri: il segmento economico della Via Francigena è un qualcosa che noi vogliamo sposare. A noi sta la responsabilità di questo strumento, e da quest’aula consiliare chiediamo a gran voce alla Regione Puglia il ruolo di cabina di regia per il futuro della Via Francigena”.

Il fitto programma della giornata è proseguito con gli interventi di Antonio Corvino, economista e camminatore, Antonio Iazzi, professore associato di management strategico delle imprese turistiche dell’Università del Salento, Gianluca Tommasi, sindaco del comune di Calimera, Paolo Greco, sindaco del comune di Caprarica di Lecce, Fabio Stomaci, consigliere del comune di Cannole. Ed ancora, si alterneranno le relazioni di Maria Grazia Bello, volontaria per l’ospitalità dei pellegrini a Tricase, Fabio Mitrotti, direttore dell’associazione Via Francigena Pugliese, e Adriano Bolognese, presidente dell’associazione “Mollare mai”. Le conclusioni, infine, sono state a cura del direttore del dipartimento Turismo e spettacolo della Regione Puglia Aldo Patruno. A seguire poi, gli interventi programmati delle associazioni del territorio salentino.

La giornata di riflessioni e proposte è proseguita nel pomeriggio presso la Chiesa di San Francesco della Scarpa a Lecce, con un secondo incontro che ha chiamato a raccolta le istituzioni e le associazioni, intitolato “Via Francigena, storia e territorio”. In apertura i saluti di Sebastiano Leo, assessore Formazione e lavoro, politiche per il lavoro, diritto allo studio, scuole, università e formazione professionale; si entra nel vivo del discorso con Marco Leo Imperiale, docente dell’Università del Salento che parlerà di “Cammini di Puglia tra storia, archeologia e fruizione”. In chiusura di giornata il concerto “Peregrinationes”, con le musiciste Asia Macchia ed Eleonora Carbone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Francigena e prospettive future: incontro a Palazzo dei Celestini

LeccePrima è in caricamento