Sabato, 19 Giugno 2021
Alimentazione

A tavola con gusto: il peperone

Uno dei bei regali che Colombo ci portò dalle Americhe. Questo ortaggio è tra gli alimenti più ricchi di vitamina C, ancor più degli agrumi

I peperoni sono tra gli ortaggi estivi più gustosi e salutari: hanno proprietà antiossidanti, grazie al contenuto di vitamina A, C e betacarotene utili a prevenire i danni dei radicali liberi, inoltre sono diuretici e depurativi: stimolano l'attività del fegato e aiutano a liberare il corpo dalle tossine. Scopriamo tutte le proprietà benefiche dei peperoni

Proprietà diuretiche e terapeutiche dei peperoni

Ricchi di nutrienti importanti: le proprietà nutrizionali dei peperoni lo rendono un alimento dalle tante caratteristiche utili alla nostra salute: sono ricchi di acqua, circa il 92%, ciò li rende un alimento diuretico e depurativo, sono antiossidanti perché contengono un'elevata quantità di vitamina C oltre al betacarotene e alla vitamina A. Le vitamine del gruppo B invece donano ai peperoni proprietà energetiche, inoltre sono ricchi di fibre, soprattutto cellulosa e pectina che aiutano l'intestino, e sali minerali: potassio, ferro, calcio e magnesio. È importante ricordare che le vitamine A, B,C ed E sono termolabili, cioè si degradano con la cottura, per questo sarebbe meglio consumare i peperoni crudi per sfruttare tutti i benefici di queste vitamine.

Depurativi e diuretici: i peperoni, soprattutto quelli verdi, aiutano a depurare l'organismo anche grazie alla presenza di solanina che stimola l'attività del fegato aumentando così la produzione di bile. Ciò ha effetti disintossicanti e depurativi sul nostro organismo. Potassio e carotene, oltre all'alto contenuto di acqua, conferiscono ai peperoni proprietà diuretiche, aiutano a eliminare le tossine e i liquidi in eccesso combattendo la ritenzione idrica.

Abbassano il colesterolo e aiutano il cuore: tra le proprietà terapeutiche, grazie al contenuto di vitamina A e C, i peperoni aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari e rinforzano i vasi sanguigni mentre, la presenza di flavonoidi e di capsaicina, evita l'accumulo di colesterolo cattivo (Ldl) nel sangue.

Aiutano a dimagrire: i peperoni contengono pochissime calorie (22 per 100 gr.) soprattutto se consumati crudi e contengono piccole quantità di capsinoidi  e capsaicina che stimolano la produzione di succhi gastrici favorendo la digestione. Inoltre sono diuretici, aiutano quindi a sgonfiare la pancia e a liberarci dei liquidi in eccesso e, soprattutto i peperoni rossi, sono ricchi di fibre che aumentano il senso di sazietà.

Azione lassativa: l'elevato contenuto di acqua e le fibre rendono i peperoni leggermente lassativi, aiutano la motilità intestinali e prevengono episodi di stipsi.

Proteggono il cervello: i peperoni contengono luteolina, una sostanza che è contenuta anche nei finocchi e nel sedano e che sarebbe capace di proteggere le cellule celebrali rallentandone l'invecchiamento, migliorando così la memoria. Inoltre, facilitano la concentrazione e favoriscono il buonumore.

Antiossidanti e aiutano a prevenire i tumori: i peperoni, soprattutto quelli gialli, contengono molte sostanze antiossidanti: vitamina A e C, betacarotene, fibre, luteolina che aiutano a contrastare gli effetti dannosi dei radicali liberi aiutando a prevenire l'invecchiamento precoce, inoltre aiutano a ridurre il rischio di ammalarsi di tumore al seno e al colon.

Toccasana per gli occhi: i peperoni contengono carotenoidi, dei pigmenti che danno origine alla vitamina A e che sono importanti per la prevenzione di malattie degenerative dell'occhio come cataratta, glaucoma e degenerazione maculare. Inoltre la vitamina E e la luteina migliorano anche la visione notturna.

Donano energia: il contenuto di quasi tutte le vitamine del gruppo B rende i peperoni un alimento energetico in quanto, queste vitamine, agevolano la trasformazione dei nutrienti in energia svolgendo un ruolo fondamentale nel metabolismo energetico. Inoltre,, la vitamina B12 e la vitamina C favoriscono l'assorbimento di ferro.

Aiutano a tonificare la pelle: i peperoni stimolano la rigenerazione cellulare, inoltre contengono la vitamina A che svolge un'azione rassodante sulla pelle aiutando anche a prevenire le smagliature e migliorando la circolazione.

Inoltre, il contenuto di sali minerali favorisce il benessere di muscoli e ossa e l'alto contenuto di vitamina C aiuterebbe a prevenire l'artrite. I peperoni, soprattutto quelli verdi, possono essere inseriti nell'alimentazione di chi soffre di diabete, contengono vitamina B6, vitamina C ed E e contengono meno zuccheri dei peperoni gialli e rossi.

Quali peperoni scegliere

I peperoni verdi sono quelli che vengono colti in anticipo, sono i più depurativi ma anche quelli leggermente piccanti e sono l'ideale per insalate e peperonata. I peperoni rossi hanno un alto potere saziante e hanno una polpa croccante e consistente, sono ottimi cotti alla brace e per la preparazione di pinzimoni e antipasti. I peperoni gialli contengono molti antiossidanti e sono più dolci e succosi oltre che molto teneri, sono l'ideale crudi ma anche come contorno, soprattutto con il pollo.

Come rendere i peperoni più digeribili

Spesso i peperoni sono indigesti e ciò principalmente a causa della pelle che può portare gonfiore addominale, della parte bianca interna che contiene flavina, sostanza difficile da digerire e dei semi che rendono difficile il transito intestinale. Per privarli di questi elementi bisogna abbrustolirli o cuocerli in forno interi: privateli della pelle partendo dal picciolo verde, che poi andrà tolto, tagliate i peperoni in orizzontale ed eliminate la parte bianca interna e ai semini.

Controindicazioni

I peperoni sono controindicati in caso di ulcere gastriche, gastroduodenali, gastroenterocolite o emorroidi, perché farebbero aumentare la sensazione di bruciore. Se ne sconsiglia l'uso nei bambini al di sotto dei dieci anni perché il fegato, a quell'età, non è ancora capace di assimilare le sostanze contenute nei peperoni in modo corretto, inoltre la capsaicina, anche se contenuta in piccole quantità, potrebbe irritare le mucose. I peperoni sono controindicati anche per i soggetti intolleranti o allergici e in caso di malattie del malattie epatiche, perché potrebbe sovraccaricare il lavoro del fegato

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A tavola con gusto: il peperone

LeccePrima è in caricamento