Linea: i momenti della vita in cui si ingrassa di più

Il nostro peso può cambiare con il passare del tempo o il verificarsi di determinati eventi. Tuttavia, esistono dei periodi specifici che ne incentivano l'aumento. Ecco quali sono

Durante il corso della nostra vita sono tanti i fattori che possono incidere sul peso e portarci a ingrassare: l'eccessiva sedentarietà, un regime alimentare scorretto, problemi di salute (come l'ipotiroidismo, l'amenorrea, ecc..), l'uso di alcuni tipi di medicinali (come il cortisone), abitudini sbagliate (come dormire poco, saltare i pasti, ecc..), e molto altro. Tuttavia, ci sono dei periodi specifici della vita in cui tendiamo ad ingrassare indipendentemente dalle nostre abitudini.

Questa teoria è stata dimostrata da alcuni studi condotti dall'Università di Cambridge e pubblicati sulla rivista scientifica Obesity Reviews, in cui i ricercatori si sono focalizzati sull'analisi di diversi aspetti della vita, come le conseguenze dell’accesso all’istruzione superiore, l'impatto della genitorialità e iniziare a lavorare per la prima volta. Ecco cosa hanno scoperto.

L'impatto della genitorialità

C'è poco da fare: diventare genitori fa ingrassare. I ricercatori dell'Università di Cambridge, infatti, hanno analizzato i diversi studi condotti in passato sulle variazioni del peso delle donne prima e dopo una gravidanza, scoprendo che le madri tendono a pesare in media 1,3 kg in più rispetto alle donne senza figli.

Ma non solo: secondo uno studio pubblicato nel 2015 sull’American Journal of Men’s Health, infatti, anche gli uomini non sono esenti da questa situazione. La paternità, infatti, comporta un aumento di peso di circa 1,5-2 Kg. Questi risultati sono dovuti sia dal repentino cambio di abitudini che comporta l'arrivo di un neonato, come la mancanza di sonno e di tempo, ma anche dai cambiamenti fisiologici indotti dalla gravidanza.

Accesso all’università e primo lavoro

Gli altri due momenti della vita in cui tendiamo ad ingrassare di più sono l'accesso all'università e iniziare a lavorare per la prima volta, periodi delicati di transizione che ci portano a modificare le nostre abitudini. Solitamente, infatti, in questi momenti della vita tendiamo a diminuire l'attività fisica e a modificare l'alimentazione: presi da nuovi stimoli e ritmi diversi, troviamo meno tempo per cucinare in maniera sana.

In definitiva, come affermato dal National Health Service (NHS), il sistema sanitario pubblico del Regno Unito, "questi studi evidenziano i momenti chiave della vita in cui potrebbe essere necessario concentrarsi su dieta e attività e aiutare le persone ad adottare uno stile di vita più sano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta: ferite per una 30enne ubriaca e per il carabiniere che l’ha soccorsa

  • Travolta da uno scooter mentre attraversa il viale: donna muore sul colpo

  • Bar aperto oltre l’orario imposto dall’emergenza e assembramenti, in 20 nei guai

  • Un uomo senza vita tra tracce di sangue: probabile suicidio, attesa autopsia

  • Aggredita da un cane lupo cecoslovacco: undicenne in terapia intensiva

  • Maxi sequestro di droga nel Salento: oltre tre quintali tra hashish e marijuana, due arresti

Torna su
LeccePrima è in caricamento