“Gloria al cibo”

“Gloria al cibo”

Gonfi e pesanti? Non servono diete miracolose: ci pensano i centrifugati

Prima di ricorrere a diete miracolose prova i centrifugati depurativi che aiutano a bruciare i grassi e diminuire il gonfiore addominale

Dopo le abbuffate natalizie ti senti gonfio e appesantito? Magari con un senso di colpa? Prima di ricorrere a diete miracolose prova i centrifugati depurativi che aiutano a bruciare i grassi e diminuire il gonfiore addominale.

E’ risaputo che questi giorni di festa hanno messo a dura prova le nostre tentazioni. In particolare, stare seduti a tavola per diverse ore di fila tende a farci appesantire. Ma il bello delle vacanze è anche questo!

Da qualche tempo ormai i centrifugati sono una vera e propria tendenza. Si tratta, tuttavia, di un’ottima scelta da adottare per la nostra salute.

I centrifugati aiutano a depurare l’organismo, sono delle bevande naturali, liberano il nostro organismo da tossine accumulate e sono importanti per arricchire la propria alimentazione grazie all’elevato apporto di vitamine e sali minerali.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), un adeguato consumo di frutta e verdura influirebbe nel ridurre lo sviluppo di malattie cardiovascolari. Le famose 5 porzioni al giorno (2 di verdura e 3 di frutta) arrivano in media a 400 grammi, cioè la quantità minima consigliata.

I centrifugati di frutta sono ottenuti attraverso un procedimento di spremitura a freddo. La centrifuga è un elettrodomestico che sfrutta il principio fisico definito, per l’appunto, forza centrifuga. Nello specifico, introducendo frutta e verdura, gli alimenti sono sminuzzati e il succo viene separato dalla polpa grazie a un componente che gira ad alta velocità.

Inoltre, consente di estrarre il succo anche da quella tipologia di frutta che non si può spremere, per esempio le mele, pere, frutti di bosco, ecc.…

In aggiunta a ciò, consente anche di spremere le verdure, in particolare quelle a foglia, perciò è possibile realizzare i centrifugati misti di frutta e verdura. Quindi mixando varietà diverse di ambedue, si ottengono succhi colorati, gustosi e tanto nutrienti.

QUANDO E’CONSIGLIABILE BERE I CENTRIFUGATI?

Va bene qualsiasi momento della giornata, dalla colazione agli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio. In questo modo si evita di assumere zuccheri e grassi, senza rinunciare a una buona dose di energia. Per mantenere inalterate le proprietà delle sostanze nutritive in esso contenute, è consigliabile consumarle nel momento in cui si preparano.

CENTRIFUGA O FRULLATORE?

Per chi non ama gustare frutta e verdura per la loro consistenza, l’idea di centrifugare o frullare rappresenta un’alternativa. La differenza principale tra le due consiste nel fatto che nel frullato la polpa della frutta e verdura è sminuzzata e bevuta insieme al succo, mentre nel secondo caso la polpa è filtrata.

Il frullato è più denso rispetto alla centrifuga per la presenza della fibra contenuta sia nella frutta, sia nella verdura. Invece, la quantità di fibra nei centrifugati è del tutto assente. Se si assume un’adeguata quantità di fibra con gli alimenti che abitualmente consumiamo è meglio scegliere un centrifugato. Se, invece, nella propria dieta la quantità di fibra è trascurabile, è preferibile un frullato. In ogni caso la scelta dipende sempre dai propri gusti e in genere variare le proprie scelte è il comportamento più saggio da adottare.

Un’ulteriore differenza tra le due è il quantitativo. Per ottenere un bicchiere di centrifugato serve una quantità maggiore, al punto che sarebbe difficile mangiare l’equivalente necessario ad ottenerlo.

Alla luce di quanto detto, dimentichiamo le diete miracolose in cui l’unico protagonista è il centrifugato, escludendo tutto il resto. Integriamoli invece nel proprio abituale regime alimentare.

Qui di seguito alcune gustose ricette da provare!

  • CENTRIFUGATO DEPURATIVO: 2 mele verdi, 1 gambo di sedano, 1 kiwi, 1 finocchio, 1 fettina di zenzero fresco.

Questo mix depura l’organismo dalle tossine accumulate, permettendo a fegato e reni di non affaticarsi. Inoltre lo zenzero è un ottimo rimedio per prevenire tosse e mal di gola.

  • CENTRIFUGATO DISINTOSSICANTE: 2 mele verdi, un cetriolo, foglioline di prezzemolo e menta.

Il cetriolo, essendo per lo più acqua, elimina i liquidi migliorando l’attività del fegato e pancreas.

  • CENTRIFUGATO SGONFIANTE: 2 – 3 fette di ananas, 1 finocchio e 1 gambo di sedano.

La bromelina contenuta nell’ananas aiuta la digestione e il finocchio, particolarmente drenante, aiuta a sgonfiare l’addome.

  • CENTRIFUGATO DETOX AGLI AGRUMI: 2 limoni, 1 pompelmo e una fettina di zenzero fresco. Questo mix di agrumi drena i liquidi in eccesso e fortifica il nostro sistema immunitario per l’elevato contenuto di vitamina C presente nei limoni e pompelmo.
  • CENTRIFUGATO AD ALTO CONTENUTO DI FERRO: 3 pugni di foglie di spinaci, 1 mela verde, 1 limone, 1 fettina di zenzero fresco. Gli spinaci sono un’ottima fonte di ferro, ma una buona parte non è assimilabile per la presenza di acido ossalico. Grazie all’aggiunta di limone (ricco di acido citrico e di acido ascorbico) questi ossalati sono resi disponibili.
  • “ACE” IL SUCCO DEI BAMBINI: 1 mela, 2 arance, 1 carota, qualche fogliolina di menta. Sono gli ingredienti del famigerato “ace” del supermercato, ma decisamente diverso da quest’ultimo per l’elevato contenuto di vitamina C che fortifica le difese immunitarie dei nostri piccoli. Prepararlo insieme a loro è una buona idea per avvicinarli alla varietà di succhi colorati e nutrienti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento