rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
“Gloria al cibo”

Opinioni

“Gloria al cibo”

A cura di Gloria Cartelli

Mi chiamo Gloria, ho 34 anni e vivo a Lecce. Sono biologa nutrizionista, laureata in biotecnologie industriali presso l’Università degli studi di Pavia nell’aprile 2012. Studiando le biotecnologie agroalimentari mi sono appassionata di nutrizione e così ho proseguito i miei studi a Milano per frequentare un master in Nutrizione umana. Nel 2013 sono rientrata nella mia città d’origine, Lecce, in cui svolgo tutt’ora la libera professione in uno studio medico associato. Elaboro terapie alimentari personalizzate e i miei pazienti includono bambini di età scolastica ad adulti e sportivi. Aiuto e coinvolgo i miei pazienti a recuperare il naturale peso forma e al mantenimento del proprio stato di benessere attraverso una sana educazione alimentare. Il raggiungimento degli obiettivi si realizza attraverso un’attenta analisi dei bisogni nutritivi ed energetici del paziente che viene seguito, incontrato periodicamente nel mio studio e supportato emotivamente per il raggiungimento dei propri risultati. L’obiettivo è fornire una consulenza nutrizionale su misura, dettata in base alle caratteristiche specifiche del paziente quali l’età, le abitudini di vita e che sia personalizzata nel tempo

“Gloria al cibo”

Pandoro o panettone? È solo una questione di gusto

Si avvicina tra poco il Natale: come tenere a bada la linea con le tentazioni della festa?

Il panettone appartiene alla tradizione milanese, il pandoro a quella veronese; sono i classici dolci delle festività natalizie che non possono mai mancare. Per quanto riguarda gli ingredienti entrambi sono costituiti da farina, burro e zucchero; ciò che distingue i due dolci sono i tempi di lievitazione. Più lunga nel panettone fino a 2-3 giorni, più breve nel pandoro da 18 a 36 ore. In quanto a calorie, il pandoro supera il panettone, perché più ricco di burro. Devono limitare il consumo di questi dolci coloro che soffrono di diabete: in tal caso è preferibile scegliere i panettoni senza frutta candita ed uvetta (ingredienti che tendono ad aumentare la percentuale di zuccheri).

È possibile concedersi qualche fetta di panettone o pandoro senza ingrassare?

Assolutamente si, a patto di mediare l’equilibrio energetico-nutrizionale tra entrate ed uscite, vale a dire tra quello che mangiamo e ciò che bruciamo con l’attività fisica. Per  concederci il panettone o il pandoro senza correre il rischio di ingrassare, occorre mettere in atto una strategia alimentare che tenga conto di tutti gli alimenti assunti nell’arco della giornata. In particolare, è importante non “sommare” alimenti di analogo valore calorico: ad esempio, se si mangia il panettone o il pandoro nella stessa giornata dovremmo evitare l’assunzione di pasta, biscotti ed altri carboidrati. Altro consiglio è quello di aumentare il dispendio calorico giornaliero con attività fisica quotidiana. Infine, preferire versioni classiche senza aggiunta di farciture di creme varie.

Il pandoro

È un prodotto dolciario da forno a pasta morbida, ottenuto per fermentazione naturale da pasta acida, di forma a tronco di cono con sezione a stella ottagonale, con superficie esterna non crostosa e con una struttura morbida e setosa.

Il panettone

Anch’esso prodotto da forno a pasta morbida, è ottenuto per fermentazione naturale da pasta acida, di forma a base rotonda con crosta superiore screpolata e tagliata in modo caratteristico. Tra i due dolci cambiano anche gli aromi, più fruttati quelli del panettone, vanigliati quelli del pandoro.

Panettone o pandoro: quale scegliere?

La scelta tra i due è del tutto personale; come già detto, si tratta di due dolci non adatti al consumo quotidiano, ma è risaputo che durante le festività natalizie possiamo concederci qualche sgarro in più a tavola rispetto alle consuete abitudini. L’ideale sarebbe consumare una fetta di panettone o pandoro a colazione o durante gli spuntini, perciò molte ore prima di andare a letto, per consentire una facile digestione. il consiglio è quello di consumare quello che più piace senza eccessi e di associare sempre un’attività fisica; sarà un ottimo compromesso per smaltire nel breve termine gli eccessi delle festività natalizie senza sensi di colpa.

Volete contattare Gloria Cartelli?

Scrivete a: cartelligloria@yahoo.it e visita il mio blog: www.gloriacartelli.blog

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pandoro o panettone? È solo una questione di gusto

LeccePrima è in caricamento