rotate-mobile
“Gloria al cibo”

Opinioni

“Gloria al cibo”

A cura di Gloria Cartelli

Mi chiamo Gloria, ho 34 anni e vivo a Lecce. Sono biologa nutrizionista, laureata in biotecnologie industriali presso l’Università degli studi di Pavia nell’aprile 2012. Studiando le biotecnologie agroalimentari mi sono appassionata di nutrizione e così ho proseguito i miei studi a Milano per frequentare un master in Nutrizione umana. Nel 2013 sono rientrata nella mia città d’origine, Lecce, in cui svolgo tutt’ora la libera professione in uno studio medico associato. Elaboro terapie alimentari personalizzate e i miei pazienti includono bambini di età scolastica ad adulti e sportivi. Aiuto e coinvolgo i miei pazienti a recuperare il naturale peso forma e al mantenimento del proprio stato di benessere attraverso una sana educazione alimentare. Il raggiungimento degli obiettivi si realizza attraverso un’attenta analisi dei bisogni nutritivi ed energetici del paziente che viene seguito, incontrato periodicamente nel mio studio e supportato emotivamente per il raggiungimento dei propri risultati. L’obiettivo è fornire una consulenza nutrizionale su misura, dettata in base alle caratteristiche specifiche del paziente quali l’età, le abitudini di vita e che sia personalizzata nel tempo

“Gloria al cibo”

Le proprietà del melograno: il frutto della salute

Non dimentichiamo di portare in tavola questo eccezionale frutto perché si tratta di un vero e proprio toccasana

Si raccoglie in autunno ed è ricchissimo di nutrienti. Il melograno, questo vegetale a forma di mela e pieno di grani, composto da una scorza rossa o rossastra, è considerato il frutto della salute. Non dimentichiamo di portare in tavola questo eccezionale frutto perché si tratta di un vero e proprio toccasana.

Valori nutrizionali e calorie del melograno

E’ un frutto ricco d’acqua (80%), zuccheri e fibre ma anche pieno di preziosi sali minerali e vitamine. Il melograno è un frutto poco calorico, perciò chi segue una dieta con restrizioni non si deve preoccupare. 100 grammi di melograno contengono circa 65 calorie.

Proprietà e benefici

Il melograno vanta davvero innumerevoli benefici e può essere considerato uno dei frutti più benefici:

  • Multivitaminico, si tratta di una fonte di diverse vitamine, tra cui la vitamina A, vitamina C, vitamina E e vitamine del gruppo B;
  • Ricco di sali minerali, ne contiene vari tra cui il manganese, il potassio, lo zinco, il rame e il fosforo;
  • Benefico per il sistema immunitario: soprattutto durante l’autunno il suo contenuto di preziose vitamine, tra cui la vitamina C, ci aiuta a prevenire i malanni di stagione e a rafforzare l’organismo aiutando il lavoro del sistema immunitario
  • Utile per il controllo del colesterolo, mangiato con frequenza, aiuta a mantenere stabili i livelli di colesterolo e ad abbassare la pressione sanguigna soprattutto quando il suo aumento è dovuto a cause alimentari;
  • Proprietà antiossidanti, in particolare è fonte di flavonoidi che aiutano il nostro organismo a mantenersi in salute e a prevenire l’invecchiamento precoce causato dai radicali liberi;
  • Antinfiammatorio e antitumorale, diverse ricerche hanno mostrato il potere anticancerogeno del melograno. Infatti grazie al suo potere antinfiammatorio può aiutare nella prevenzione di alcuni tumori come quello al seno e alla prostata;
  • Supporto in menopausa, grazie all’azione dei fitoestrogeni che contiene riduce le vampate e migliora il problema degli sbalzi d’umore.

Come assumere il melograno per avere i maggiori benefici?

Il modo migliore per godere di tutti i benefici che offre il melograno è di estrarne il succo. In questo modo si ha la possibilità di assumerne quantità maggiori (pensare alla difficoltà di mangiarne tanto chicco per chicco). La dose generalmente consigliata è di 250 ml ogni giorno.

Come sgranare e spremere un melograno

A dispetto di quello che si potrebbe pensare, preparare il succo di melograno non è difficile. Basta infatti avere a disposizione un normalissimo spremiagrumi. In questo modo si otterrà una bevanda ricca di vitamine e di antiossidanti.

Controindicazioni del melograno

Consumato ad alte dosi e soprattutto se si assume l’estratto ottenuto dalla corteccia, il melograno può risultare tossico e provocare sudorazione, vertigini, tachicardia e difficoltà respiratoria. Dato infine che si tratta di un fluidificante del sangue, in caso si assumano anticoagualanti è bene informare il proprio medico.

Come si possono utilizzare al meglio il frutto del melograno in cucina per le nostre ricette?

Alcune persone sono felicissime di sgranare i chicchi di melograno e di condirli semplicemente con un po’ di succo di limone, mentre altre utilizzano i chicchi come ingrediente aggiuntivo ad altra frutta di stagione per preparare delle macedonie. I chicchi di melograno si abbinano anche a piatti salati, a partire dalle insalate di cavolo rosso e dalle insalate di cereali. Ad esempio, i chicchi di melograno sono un ingrediente davvero gustoso da abbinare alla frutta secca per preparare il cous cous o al farro e all’uva per preparare un’insalata di frutta e cereali.

Volete contattare Gloria Cartelli? Scrivete a: cartelligloria@yahoo.it e visita il mio blog: www.gloriacartelli.blog

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le proprietà del melograno: il frutto della salute

LeccePrima è in caricamento