Martedì, 27 Luglio 2021
“Gloria al cibo”

Opinioni

“Gloria al cibo”

A cura di Gloria Cartelli

Mi chiamo Gloria, ho 34 anni e vivo a Lecce. Sono biologa nutrizionista, laureata in biotecnologie industriali presso l’Università degli studi di Pavia nell’aprile 2012. Studiando le biotecnologie agroalimentari mi sono appassionata di nutrizione e così ho proseguito i miei studi a Milano per frequentare un master in Nutrizione umana. Nel 2013 sono rientrata nella mia città d’origine, Lecce, in cui svolgo tutt’ora la libera professione in uno studio medico associato. Elaboro terapie alimentari personalizzate e i miei pazienti includono bambini di età scolastica ad adulti e sportivi. Aiuto e coinvolgo i miei pazienti a recuperare il naturale peso forma e al mantenimento del proprio stato di benessere attraverso una sana educazione alimentare. Il raggiungimento degli obiettivi si realizza attraverso un’attenta analisi dei bisogni nutritivi ed energetici del paziente che viene seguito, incontrato periodicamente nel mio studio e supportato emotivamente per il raggiungimento dei propri risultati. L’obiettivo è fornire una consulenza nutrizionale su misura, dettata in base alle caratteristiche specifiche del paziente quali l’età, le abitudini di vita e che sia personalizzata nel tempo

“Gloria al cibo”

Così dissetante: latte di mandorla, caratteristiche e benefici

Il latte di mandorla è una bevanda in grado di fornire diversi benefici al nostro organismo grazie alle sue elevate proprietà nutrizionali. Possiede un’elevata proprietà dissetante, tanto che viene consumato soprattutto in estate, servito ben freddo o ghiacciato come granita. E’ utilizzato anche nella preparazione di altre bevande, come ad esempio il caffe in ghiaccio, o come ingrediente per la realizzazione di numerosi dolci

La bevanda alla mandorla, spesso chiamata anche latte di mandorla, è una bevanda molto apprezzata da chi segue una dieta vegetariana, ossia priva di alimenti di origine animale.

Questo tipo di bevanda viene erroneamente associata al termine “latte”, perché ha delle somiglianze in termini di aspetto: in particolare ha un colore bianco e la sua consistenza è fluida proprio come il latte. Dal punto di vista delle caratteristiche, la bevanda alle mandorle non ha niente a che vedere con il latte, né come modalità di produzione né dal punto di vista dei valori nutritivi. Infatti la bevanda alle mandorle è un prodotto di origine vegetale, creato utilizzando acqua e mandorle.

Come si produce la bevanda alle mandorle?

Si ottiene spremendo a freddo le mandorle grazie a un estrattore che ne preserva tutte le proprietà organolettiche e nutritive senza passaggi termici. Per esaltare il sapore delle mandorle, queste vengono tostate in precedenza, estratte a freddo con appositi macchinari e mescolate poi con acqua e zucchero.

Differenze con il latte vaccino

Una delle principali differenze tra il latte vaccino e la bevanda alle mandorle è il quantitativo minore di proteine nella bevanda prodotta con le mandorle: per questo motivo è bene tenere conto che si apportano alla propria dieta molte meno proteine di quelle di cui si ha bisogno giornalmente.

Proprietà e benefici del latte di mandorla

In genere le calorie apportate dall’assunzione di 100 grammi di latte di mandorla possono variare da 25 kcal a 50 kcal, tali per cui è considerato a tutti gli effetti un prodotto dietetico sebbene il contributo lipidico sia decisamente più rilevante, trattandosi di frutta secca; tuttavia i lipidi in questione sono grassi ad alto valore nutrizionale, ovvero i cosiddetti acidi grassi insaturi.

Il latte di mandorla possiede un elevato valore nutrizionale dato dall’apporto di sali minerali come calcio, potassio e fosforo ed in quantità ridotta anche sodio, zinco, ferro e dalla presenza di vitamine, tra le quali la vitamina B6 e la vitamina E.

Il latte di mandorla è in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue preservando l’apparato circolatorio grazie all’amandina, una proteina in grado di avere effetti ipocolesterolemizzanti; inoltre, grazie alle proprietà lassative delle mandorle, questo prodotto può anche essere efficace per regolarizzare l’intestino.

… Facile anche da preparare a casa!

Versare 150 grammi di mandorle pelate in una ciotola, ricoprirle con acqua a temperatura ambiente e lasciarle riposare per 6-8 ore, in modo da farle ammorbidire.

Trascorso questo tempo, introdurre l’acqua e le mandorle in un estrattore di succhi: da una parte si otterrà il latte e dall’altra resterà il residuo secco. Se invece si utilizza un frullatore, mettere le mandorle nel mixer e azionarlo ad intermittenza, versando poco a poco l’acqua. Continuare a frullare in modo da tritare le mandorle più finemente possibile. Al termine dell’operazione, filtrare il latte con un colino e trasferirlo in una bottiglia di vetro e riporre in frigorifero.

Volete contattare Gloria Cartelli?

Scrivete a: cartelligloria@yahoo.it e visita il mio blog: www.gloriacartelli.blog

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Così dissetante: latte di mandorla, caratteristiche e benefici

LeccePrima è in caricamento